CONDIVIDI

Nella seduta di Question Time tenutasi ieri pomeriggio, il consigliere di opposizione Salvatore Rianna ha chiesto chiarimenti circa l’ingiustificato lievitare dei costi per i revisori e del gettone di presenza per i componenti di parte non pubblica del cda del consorzio Gal Vesuvio Verde, consorzio di cui fa parte anche Somma Vesuviana. “La laconica replica dell’assessore Giuseppe Castiello consiste in una giustificazione basata su presupposti futuri – dichiara il consigliere Rianna – infatti ha sostenuto che triplicare la spesa con l’istituzione di un collegio dei Revisori al posto di un Revisore Unico, che portare i gettoni di presenza a 15 euro per ciascuna seduta per i membri di parte non pubblica non sarebbe rilevante”. Rianna ha espresso in aula le sue perplessità sulla scarna replica dell’assessore. “Quando si tratta di denaro pubblico tutto è molto più che rilevante, credo che i costi vadano tagliati iniziando a rinunciare ai benefici, qui parliamo di un Bilancio con pochissime voci ma intanto si danno incarichi facendo triplicare i costi soltanto sulla base di prospettive future, dunque di ipotesi. Se i presupposti sono questi rischiamo che il Gal, un bel progetto che dovrebbe perseguire lo sviluppo territoriale, divenga nient’altro che un carrozzone, un pozzo senza fondo”.