CONDIVIDI

Dopo il voto che ha consegnato un nuovo sindaco alla strategica Pomigliano, il professore Gianluca Del Mastro sostenuto dall’alleanza M5S-PD, è tornata la calma nella città delle fabbriche. Ieri il primo atto da sindaco in pectore di Del Mastro è consistito in una visita presso il “Centro per l’autismo” di via Trento, a pochissima distanza dal Comune, una struttura municipale gestita da un’associazione e che però sta attraversando una fase problematica. “Un problema burocratico – ha dichiarato Del Mastro  – non ha permesso al centro di ottenere il consueto sostegno che gli consente di andare avanti e di aiutare più di 70 bambini. L’amministrazione comunale deve sostenere queste importanti realtà e, nel caso specifico, sbloccare il contributo nel più breve tempo possibile”. Oggi Del Mastro si è recato in municipio per ricevere la convocazione finalizzata al passaggio delle consegne, lunedi pomeriggio.    Intanto la proclamazione del neo sindaco sarà ufficializzata dalla commissione centrale elettorale probabilmente nelle prossime settimane. Dopodiché scatteranno i consueti venti giorni entro i quali dovrà essere convocato il nuovo consiglio comunale. Da fonti vicine al neosindaco sempre ieri si è appreso che Del Mastro già sarebbe al lavoro per la composizione della squadra di governo.  Ieri l’unico politico di spicco dell’opposizione che ha lanciato un messaggio sui social è stato Maurizio Caiazzo, presidente del consiglio comunale dal 2010 a oggi ed ex fedelissimo di Lello Russo, l’uomo che, in linea con l’indirizzo della maggioranza uscente di centrodestra aveva costituito da candidato sindaco una coalizione che comprendeva Udc ed FdI. “Buongiorno Pomigliano D’Arco – il comunicato di Caiazzo – colgo l’occasione per salutarti, visto che oggi ti sei risvegliata con un nuovo sindaco: Gianluca Del Mastro. A lui gli auguri di un lavoro proficuo, mentre ad Elvira Romano faccio i complimenti per essersi battuta con grande forza. Siederemo in consiglio comunale impegnandoci al massimo per salvaguardare i punti cardine del programma elettorale della coalizione del BuonGoverno”. Il rafforzamento dei controlli per la sicurezza pubblica, un nuovo piano traffico, l’eliminazione della nuova pista ciclabile e della rotonda “Ponte” e lotta alle carenze nella fornitura dell’acqua gestita dalla Gori: sono queste le principali istanze rivendicate da Caiazzo. Intanto, in attesa che vengano ufficialmente proclamati gli eletti in consiglio comunale, ecco una prima, ufficiosa, composizione della nuova assemblea cittadina. Gianluca Del Mastro sindaco (primo turno: 10433 voti, 41,%; ballottaggio: 11664 voti, 61,2%). Maggioranza 15: “M5S” Salvatore Esposito, Salvatore Cioffi, Raffaella Morra, Federica Passariello, Alessandro Salvi, “PD” Vincenzo Libio, Giuseppe Toscano, Giovanni D’Onofrio, Paolo Danilo Mazia, “Nuove Generazioni” Raffaele Sibilio, Antonio Toscano, “Pomigliano 2020” Angelo Toscano, Marianna Manna, “Rinascita” Antonio Avilio, “Idea Pomigliano” Filippo Beneduce. Opposizione 9: Maurizio Caiazzo (2518 voti al primo turno, 10,1 %), Elvira Romano (primo turno: 9907 voti, 39,7 %; ballottaggio: 7399 voti, 38,8 %), “Lista Lello Russo” Giacomo Stringile, Giovanni Sgammato, “1799” Giuseppe Cantone, Franca Trotta, “Forza Pomigliano” Salvatore Coppola, “Idee e Movimento” Domenico Leone, “Riformisti” Giovanni Russo.