CONDIVIDI

Un materasso, materiale elettronico, ma anche sacchetti pieni di rifiuti solidi urbani. E’ lo scempio che si osserva in piazza d’Armi, dal lato di via Abate Minichini. Lo denunciano sui social network gli attivisti nolani del Movimento cinque stelle. L’inciviltà, purtroppo, non arretra. Lo spiazzo più grande della città, punto di riferimento per chi arriva da fuori, luogo di ritrovo, ma anche bersaglio di delinquenti, continua ad essere uno degli sversatoi preferiti dei barbari del ventunesimo secolo. “Inciviltà dei cittadini e
vigilanza totalmente assente da parte del Comune”, accusano gli attivisti locali del Movimento cinque stelle, per i quali il problema è causato anche da “un’isola ecologica poco funzionale”. I pentastellati invocano l’interessamento delle organizzazioni presenti sul territorio: “Associazioni,Comitati,Gruppi di lavoro….dove siete?”. Dal canto loro, sostengono: “Non ci stancheremo mai di denunciare la ‘vergogna’ che si vede e si vive quotidianamente in piazza d’Armi a Nola. Una piazza che dovrebbe essere il biglietto da visita per la città bruniana”.