“Le città invisibili”: in mostra a Ottaviano i lavori degli alunni dell’ I.C. “D’Aosta”.

0
494

“La città non dice il suo passato, lo contiene come le linee di una mano, scritto negli spigoli delle vie, nelle griglie delle finestre, negli scorrimano delle scale, nelle antenne dei parafulmini, nelle aste delle bandiere, ogni segmento rigato a sua volta di graffi, seghettature, intagli, svirgole”( Italo Calvino, “Le città invisibili”: -“Le città e la memoria. 3”).

Lunedì 20 giugno, a Ottaviano, alle ore 18.30 nel chiostro del plesso “D’Aosta” si aprirà la mostra delle opere che agli alunni delle classi 1A, 2A, 3A, 2F dell’ I.C. “D’Aosta” sono state ispirate dal capolavoro di Calvino “Le città invisibili” e dalla scoperta che in ogni città, e dunque anche in Ottaviano, le strutture “visibili” nascondono una città “invisibile”, che merita di essere scoperta: il chiostro in cui si tiene la mostra è uno splendido esempio di questa verità. Hanno curato l’affascinante progetto le prof.sse Raffaela Napolitano e Clementina Iervolino.