Home Generali Comandante della municipale di Acerra travolto da scooter. Arrestato pregiudicato senza patente,...

Comandante della municipale di Acerra travolto da scooter. Arrestato pregiudicato senza patente, assicurazione e casco 

359
0
CONDIVIDI

Ha eroicamente tentato di bloccare con le sue stesse mani un motociclista che non si era fermato al posto di blocco. Ma il comandante della polizia municipale di Acerra, il tenente Domenico De Sena, è stato travolto dal mezzo guidato dal pirata della strada ed è caduto battendo la testa a terra. Il poliziotto municipale è stato subito trasportato in ospedale, ieri mattina. Poco dopo l’investitore è stato individuato e arrestato dai carabinieri, che hanno agito in collaborazione con i caschi bianchi. L’arrestato è un giovane di vent’anni, precedenti per truffa. Guidava uno scooter privo di assicurazione. Non ha nemmeno il patentino di guida. A ogni modo De Sena, 63 anni, moglie e una figlia, se la caverà con tre giorni di prognosi prescritti dai medici della clinica cittadina, la “Villa dei Fiori”. Il comandante ha una serie di ferite superficiali alla fronte, alle mani e alla gambe. La brutta vicenda si è consumata intorno alle 11, in via Calzolaio, centro di Acerra. Qui il tenente aveva fatto predisporre un doppio posto di blocco, una pattuglia con quattro agenti, allo scopo di garantire un presidio strategico delle forze dell’ordine in un punto particolarmente sensibile e in un periodo delicato come questo delle festività. A un certo punto, però, un giovane senza casco e a bordo di uno scooter è sopraggiunto nella strada a velocità sostenuta. Ha quindi eluso l’alt del primo posto di blocco ma dopo alcuni metri è incappato nella seconda barriera predisposta dalla municipale. Il ragazzo però ha eluso anche il secondo invito a fermarsi per cui il comandante De Sena ha deciso di intervenire di persona piazzandosi davanti al pirata della strada. Ma il giovane anche in questo caso non si è fermato. Ha travolto il tenente. I caschi bianchi hanno poi immediatamente trasportato il dirigente della municipale al pronto soccorso della clinica mentre i carabinieri, diretti dal maresciallo Giovanni Caccavale, hanno infine stanato l’investitore a casa sua, dopo che aveva continuato come se nulla fosse a circolare sullo scooter per le strade della città. Nel frattempo i militari lo hanno individuato. Lo hanno aspettato a casa, un alloggio del centro di Acerra. L’arresto è stato messo a segno sotto gli occhi della madre del giovane, finito agli arresti domiciliari. Sarà giudicato oggi per direttissima, al tribunale di Nola. L’accusa: resistenza a pubblico ufficiale. Non c’è anche l’accusa di lesioni perché non è stata sporta querela.