Home Comunicati Stampa Certame bruniano: in arrivo studenti da tutta Italia

Certame bruniano: in arrivo studenti da tutta Italia

39
0
CONDIVIDI

Sono oltre cento i ragazzi che giovedì 11 aprile arriveranno da tutta Italia per partecipare al certame bruniano, il concorso letterario ispirato alla figura del filosofo nolano Giordano Bruno.

L’iniziativa, giunta alla XVIII edizione, è promossa dal comune di Nola in collaborazione con l’associazione culturale Meridies ed il liceo classico “G. Carducci” di Nola con il contributo di diversi partner pubblici e privati che, anche per l’edizione 2019, hanno dato la loro disponibilità assicurando i premi.
“De la causa, principio et uno” l’opera scelta dalla commissione esaminatrice presieduta da Maurizio Cambi dell’Università di Salerno.
Cinque i premi riservati agli istituti superiori, rispettivamente di 2000, 1000, 700, 500 e 300 euro. Previsto anche un riconoscimento di mille euro per la categoria degli studenti universitari.
La prova del concorso è fissata per le ore 9 di venerdì 12 aprile e si terrà al liceo classico G. Carducci di via Seminario. Durante il soggiorno in città i concorrenti e gli accompagnatori avranno anche la possibilità di ammirare le bellezze del territorio. L’itinerario turistico, curato dall’associazione Meridies, prevede infatti la visita ai siti monumentali della città con una tappa anche all’anfiteatro di Avella e alle Basiliche Paleocristiane di Cimitile.
Sabato 13, invece, appuntamento dalle 17.30 a Casamarciano, nel Complesso Badiale di Santa Maria del Plesco. Qui, dopo la visita guidata, alle 18 si terrà il convegno dal titolo “L’etica dell’azione in Bruno”.
Domenica 14, infine, la cerimonia di premiazione in programma alle 10 nella chiesa dei Santi Apostoli.
Ecco i partners del certame: il comune di Casamarciano, la fondazione Hyria Novla, l’agenzia di sviluppo dei comuni dell’area nolana, il Lions ed il Leo Club “Giordano Bruno” di Nola, il Rotary “Nola – Pomigliano d’Arco”, il Lions Club “Ottaviano Augusto”, la Proloco “Nola città d’arte”, l’associazione Meridies ed il liceo classico “G. Carducci” di Nola.