fbpx
martedì, Ottobre 19, 2021

Acerra, dal cantiere edile spunta una discarica stratificata. Il costruttore: « No, là c’è solo qualche busta di plastica…»

Alcune settimane fa dai lavori pubblici per l’eliminazione dello stadio comunale sono emersi i resti archeologici dell’ antica Acerra, proprio davanti al municipio. Ma la sensazione dominante è che da queste parti ogni scavo possa far venire alla luce più spesso brutte sorprese. E’ quello che è successo nel territorio al confine tra Acerra e Pomigliano, in un’area di competenza del comune di Acerra, su un lato del perimetro dell’area industriale di Pomigliano. Qui, proprio accanto alla pista ciclabile e pedonale della provinciale che collega le due città, sono emersi dal sottosuolo scarti di ogni genere durante i lavori edili di un cantiere privato per la realizzazione di un grande muro di cinta. Sul posto sono giunti i poliziotti municipali di Acerra, che hanno fatto sospendere i lavori di costruzione del muro. I caschi bianchi devono ora comprendere la natura dei rifiuti emersi e la profondità dello sversatoio. « Qui c’è solo qualche busta di plastica gettata da operai che hanno mangiato sotto quell’albero », smentisce però l’imprenditore che sta facendo realizzare il muro nell’area finita sotto controllo.  Ma sono impietose le foto che immortalano quella che in tutta evidenza sembra mostrarsi come l’ennesima, enorme, discarica abusiva. Dappertutto sono stati rinvenuti flaconi, molto vecchi, di medicinali, contenitori di metallo e plastica, scarti di fonderia, scarti dell’edilizia. Nella parte della trincea scavata per realizzare il muro di cinta si può vedere anche un bidone incastrato nel sottosuolo. A occhio nudo inoltre è possibile osservare i vari livelli dei rifiuti, che conferiscono la caratteristica “ a panino” della discarica stratificata, più comunemente chiamata “a sandwich”. Questa ennesima, spiacevole, scoperta di sversamenti abusivi è stata fatta dal noto ambientalista della zona Alessandro Cannavacciuolo, che ha chiamato subito la polizia municipale. « I lavori per la realizzazione del muro di cinta – racconta Cannavacciuolo – erano in corso da settimane per cui era necessario che chi li stava effettuando dovesse dare l’allarme. Invece non è stato così. Inoltre – aggiunge l’ecologista – quella è una strada di grande collegamento per cui mi sembra strano che nessuno si sia accorto di niente ».

Acerra, rifiuti a panino venuti alla luce con lo scavo del cantiere
Acerra, rifiuti a panino venuti alla luce con lo scavo del cantiere
Acerra, flaconcini di medicinali emersi dallo scavo
Acerra, flaconcini di medicinali emersi dallo scavo
Acerra, dal sottosuolo scorie di fonderia
Acerra, dal sottosuolo scorie di fonderia
Acerra, bidone incastrato nel sottosuolo del cantiere
Acerra, bidone incastrato nel sottosuolo del cantiere
Ultime notizie
Notizie correate