Terrore ad Acerra, sparatoria tra la gente: due albanesi feriti. Mazze da baseball e colpi di pistola, anche sui negozi

0
1048

Non si ferma l’ondata di violenza che a colpi di arma da fuoco sta insanguinando le strade di Napoli e del suo hinterland. Ieri sera infatti nel centro storico di Acerra, quindici chilometri a nord est del capoluogo, due albanesi sono stati feriti durante una sparatoria che si è consumata tra la gente, in una zona molto trafficata. Uno dei due feriti è grave. L’altro è invece stato dichiarato subito fuori pericolo dai medici della clinica del posto, la Villa dei Fiori. Per il ferito grave si è invece reso necessario il trasferimento all’ospedale Cardarelli. Secondo una prima ricostruzione del fatto (le indagini sono condotte dagli agenti del commissariato Polstato di Acerra, diretti dal vice questore Antonio Cristiano ) la sparatoria sarebbe stata preceduta da una rissa tra immigrati iniziata a colpi di mazze da baseball e poi degenerata a colpi di pistola. Non si sa se ci siano anche autoctoni coinvolti nell’episodio criminale. A ogni modo ieri sera si è sfiorata la strage ad Acerra. Uno dei colpi di pistola sparati ha infatti sfondato la porta del negozio di un fioraio, in via del Pennino, a pochi passi da piazza San Pietro. In quel momento il negozio era aperto. C’era gente fuori e dentro. Diversi esercizi commerciali di Acerra hanno infatti iniziato a stare aperti anche di domenica a causa dell’imminente periodo natalizio. Fortunatamente comunque le pallottole vaganti non hanno colpito nessun innocente. Intanto sembra che proprio i due albanesi raggiunti dai colpi fossero probabilmente i bersagli di un raid scaturito in ambienti delinquenziali. La sparatoria, avvenuta poco prima delle 19, è stata preceduta di qualche minuto da una rissa nel centro storico a cui avrebbero partecipato diverse persone. Tra questi c’erano elementi che impugnavano mazze da baseball. Quindi gli spari. I due feriti sono caduti a terra. Sono stati poi quasi subito soccorsi e portati al pronto soccorso della vicina clinica villa dei Fiori. Uno dei feriti è stato in pochi minuti dichiarato fuori pericolo. Per l’altro invece le condizioni si sono immediatamente rivelate molto più preoccupanti per cui è stato necessario trasferirlo in un grande ospedale del capoluogo. Un episodio che a ogni modo fa sospettare l’esistenza di un losco giro di affari all’interno della zona più antica di Acerra, dove la popolazione locale vive da decenni fianco a fianco con centinaia di immigrati provenienti da ogni dove.