CONDIVIDI

 

 

Basta un clic per contribuire al progetto messo in campo dall’associazione «La Via della Bellezza»: il recupero dei locali della congrega di piazza II Ottobre (già piazza Trivio). Occorrono 18mila euro per trasformarla in un presidio artistico culturale permanente che migliori la vivibilità di Sant’Anastasia, dove ideare eventi e insediare laboratori artistici e valorizzare i talenti e le capacità dei giovani stimolando la loro partecipazione alla vita sociale.

 «L’Associazione «La via della Bellezza» nasce dall’esigenza di fare qualcosa per la propria città, certi che l’arte fa il mondo più bello. La bellezza è un bisogno primario dell’uomo, per cui l’associazione intende seminare bellezza in un territorio spesso segnato da forme di degrado ambientale, sociale e culturale. L’arte viene intesa non solo nella sua accezione estetica o come oggetto di fruizione consumistica, ma come strumento educativo e come stimolo per generare il senso più profondo della socialità e dello sviluppo della persona». Si presenta così l’associazione presieduta da Emilio Donnarumma che dal 2015 ha promosso sul territorio numerosi eventi di spessore culturale e che, avuta in gestione la Congrega di piazza II Ottobre, sta lavorando per trasformarla, appunto, in presidio di Bellezza.

Sostenere il progetto «Bellezza bisogno primario dell’uomo» significa realizzare un presidio territoriale culturale-artistico, al fine di educare i ragazzi al tema della «bellezza». Sul sito web www.laviadellabellezza.org si può sapere qualcosa in più circa gli eventi realizzati, i progetti e le finalità ma intanto, per contribuire direttamente al recupero di una ricchezza del territorio, come già hanno fatto in molti, basta collegarsi al sito di «Meridionare», la prima piattaforma di crowdfunding sociale meridionale, figlia della Fondazione Banco Napoli, che promuove le migliori idee del mezzogiorno e sostiene progetti sociali, culturali e civici che, grazie alla forza del web e della solidarietà, possono raccogliere le necessarie risorse non solo economiche per essere realizzati.

«Vogliamo condividere e realizzare con tutti questo sogno di fare qualcosa per la propria città perché riteniamo che la bellezza sia un bisogno primario dell’uomo» – dice Emilio Donnarumma.

«Testimonial» del progetto si è fatto lo scrittore Maurizio De Giovanni, autore prolifico tradotto in numerosi Paesi e di recente sceneggiatore della fortunatissima fiction «I Bastardi di Pizzofalcone», tratta dai suoi romanzi. «Bisogna schierarsi al fianco di chi propone queste iniziative – dice De Giovanni- è il segno di un cambiamento, è la tradizione a supporto dell’innovazione».

Si può contribuire direttamente al progetto dal seguente link: https://www.meridonare.it/progetto/bellezza-bisogno-primario-dell-uomo

Intanto oggi, (sabato 4 ottobre) alle 10, un primo evento a sostegno della campagna: una visita guidata al percorso multimediale di «Il Cartastorie».