Sant’Anastasia, colpo all’ufficio postale: ladri in fuga col bottino

0
2128

SANT’ANASTASIA – Colpo grosso alle Poste di via Primicerio a Sant’Anastasia. Nella notte tra sabato e domenica i banditi sono entrati dalla porta secondaria dell’ufficio postale della cittadina vesuviana e hanno trafugato un bottino copiscuo.

In totale l’ammanco registrato ieri mattina dai carabinieri del reparto territoriale di Castello di Cisterna, impegnato nei rilievi del caso sfiora i 30mila euro. I malviventi sono andati a colpo sicuro mettendo in atto un assalto studiato a tavolino nei minimi dettagli. Non a caso sono diverse le bande di specialisti nei raid agli uffici postali presenti in provincia di Napoli e sulle quali si concentrano le attenzioni degli investigatori.

L’ultimo blitz

Appena 48 ore prima di questo raid in un blitz congiunto furono fermati due sospettati di tre rapine a mano armata – una consumata e due tentate – ai danni di uffici postali del Casertano. In manette sono finiti un 22enne incensurato del Casertano (figlio di un ras del litorale) e un 45enne del napoletano, con precedenti per reati contro il patrimonio e già sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma quotidiano alla polizia giudiziaria.

L’indagine congiunta della Polizia di Stato (Squadra Mobile di Caserta) e dei Carabinieri (Compagnia di Caserta) è partita dal colpo consumato il 25 gennaio scorso ai danni dell’ufficio postale di via Ferrarecce a Caserta, quando due banditi armati di pistola e con il volpo coperto, hanno fatto irruzione nei locali dell’ufficio minacciando la direttrice e facendosi consegnare parte dell’incasso quantificabili in alcune migliaia di euro.