CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo la replica del giornalista Luigi Jovino all’articolo/riflessione sulla festa delle lucerne a firma di Arcangelo Rianna

 

Egregia Direttrice,

Prima di tutto, vorrei ringraziarLa per la stima e la fiducia che ha sempre dimostrato nei miei confronti.

Il suo giornale ha pubblicato sempre i miei articoli dando loro grande evidenza.

Stavolta Le scrivo, però, per un fatto increscioso. Mi riferisco all’articolo pubblicato dal suo giornale ‘ILMEDIANTO.IT’ in data  2 settembre dal titolo ‘Festa delle lucerne – C’ ‘o tiempo e c’ ‘a paglia ammaturano ‘e nespole…’ a firma Ing. Arcangelo Rianna.

L’articolo, si commenta da solo, riporta infatti una lunga sequela di cattiverie, ingiurie e falsità, che ledono la mia persona e la mia professionalità.

Evidentemente l’incauto articolista, nonostante abbia superato i 70 anni da tempo, non ha ancora capito che certe battute da bar può farle nel suo ristretto gruppo di amici e non su un quotidiano online seguitissimo, con ricadute sui social.

Le confesso che la prima reazione è stata quella di sporgere immediata querela per Diffamazione a mezzo Stampa. L’Ipotesi, non è ancora del tutto scongiurata. Ho considerato, però, che qualsiasi mia iniziativa legale sarebbe ricaduta su di Lei, in qualità di direttore responsabile del ILMEDIANO.IT.

La invito, pertanto, in base alle prerogative che mi offre la legge per tutelare la mia onorabilità (Art. 595 Codice Penale diffamazione a mezzo stampa) a prendere tutte le iniziative che riterrà opportune per evitare ulteriore diffusione delle accuse ingiuriose.

La prego anche di dare risalto a questa mia dichiarazione (Art.  8 della legge sulla stampa 47/1948  Diritto di replica).

Con rinnovata ed antica stima

Luigi Jovino

 

(FONTE FOTO:RETE INTERNET)