Home Rubriche L’ ottavianese Mario Iervolino, Commissario Straordinario dell’ASL Salerno, è stato nominato Commissario...

L’ ottavianese Mario Iervolino, Commissario Straordinario dell’ASL Salerno, è stato nominato Commissario Federsanità Campania

1624
0
CONDIVIDI

Ci sono Ottavianesi che sanno – una sapienza trasmessa dalle radici – che il silenzio ha una sua voce, potente e chiara. Il dott. Mario Iervolino, che non ama né farsi fotografare, né comunicare ad alta voce, e rumorosamente, possiede anche questa sapienza, oltre alle competenze consistenti, alla capacità di analisi e di sintesi e alla rapidità nel risolvere positivamente i problemi: sono queste sperimentate “virtù” che gli consentiranno anche di “rilanciare la realtà associativa” di Federsanità in Campania.

 

Dunque, il dott. Mario Iervolino, ex sindaco di Ottaviano, attualmente Commissario Straordinario dell’ ASL Salerno – un’ ASL che parte da Sarno e arriva fino a Sapri – è stato nominato Commissario di Federsanità Campania.  Non è la partigianeria dell’amicizia che mi spinge a dire: onore ai meriti. Quali siano le competenze e le virtù del dott. Iervolino – capacità di analisi e di sintesi, e rapidità e saggezza nella soluzioni dei problemi – il sistema sanitario della Campania lo sa perfettamente, avendone sperimentato sostanza e misura in momenti difficili e in situazioni complesse. La Federsanità  mira a obiettivi di importanza strategica, perché si propone di far sì che la sanità non sia una struttura a due velocità, efficace negli spazi ospedalieri, e poco presente quando il paziente viene dimesso dall’ospedale, ma deve continuare la cura e intraprendere il cammino difficile della riabilitazione. Nella lettera con cui comunica al dott. Iervolino la nomina a Commissario della Federazione regionale della Campania Tiziana Frittelli, Presidente nazionale di Federsanità Anci, esprime la certezza che  il nuovo Commissario saprà “…rilanciare la realtà associativa sul territorio, ripristinare tutti i necessari rapporti istituzionali, condurre al meglio tale compito, e avviare a breve tutte le azioni necessarie soprattutto in accordo con ANCI Campania nella persona del presidente Domenico Tuccillo.”. Condividiamo in modo assoluto la certezza della dott.ssa Frittelli.

Non mi è stato facile scegliere  l’immagine per corredare questa breve nota. Sarei incorso in una clamorosa “gaffe”, se avessi scelto una fotografia del dott. Mario Iervolino, che non ama questo genere di visibilità. Ho scelto, alla fine,  uno scorcio di Ottaviano come lo vide e lo dipinse Gennaro Villani, un grande pittore napoletano del Novecento, che conosceva bene la nostra città. In questo dipinto Ottaviano è una città silenziosa, che parla attraverso i colori e le forme. Ci sono Ottavianesi che sanno – una sapienza trasmessa dalle radici – che si può parlare anche attraverso il silenzio, che il silenzio ha una sua voce, potente e chiara. Ho sempre pensato che il dott. Mario Iervolino possieda, tra le molte e consistenti virtù, anche questa sapienza. Gli auguro buon lavoro.