fbpx
lunedì, Gennaio 24, 2022

Brusciano, contro la camorra lumini in piazza nella notte di Natale

Nella notte di Natale con i lumini in piazza per ribellarsi alla camorra. E’ l’iniziativa promossa dal sacerdote di Brusciano, don Salvatore Purcaro, dopo l’ultima sparatoria che ha insanguinato il centro di Brusciano.

“Sarà una ‘emoticon’ per mandare un messaggio di affetto al nostro paese” ha rivelato il prelato, che ha invitato la comunità a partecipare per ribellarsi, in questo modo, alla camorra. “Ci ritroveremo all’1 di notte in piazza XI settembre – ha spiegato – ognuno con un lumino tra le mani, lo accenderemo tutti insieme e lo riporteremo a casa nostra per metterlo sulla nostra finestra. Sono consapevole che questo non risolverà il problema della camorra, che chiede certamente alle autorità competenti di raddoppiare le forze e a ciascuno di lasciare il silenzio omertoso, ma ci aiuterà nell’epoca delle emoticon a mandare un messaggio con il simbolo giusto! Confido nella partecipazione di tutti, credenti e non credenti, perché la Speranza, come il Natale, appartiene alla tradizione del nostro popolo.

Don Salvatore si è poi espresso sui fatti di cronaca che stanno interessando Brusciano da un anno: “Da troppi mesi la nostra amata Brusciano vive sotto l’assedio di gruppi malavitosi che si contendono la piazza dello spaccio accendendo focolai di terrore ovunque. Ho tentato per mesi di lavorare nella discrezione del mio ministero per favorire processi di riconciliazione e conversione. Ma sono consapevole che il problema non riguardi solo la criminalità dei malviventi: c’è anche il silenzio degli onesti. Non possiamo adattarci al malaffare! Dopo i recenti spari, é urgente che come Pastore di questa comunità esorti i mie fratelli di fede a offrire il proprio contributo di sensibilizzazione per amore della nostra città”.

 

 

Ultime notizie
Notizie correate