Home Cronaca Bollettino dell’aria: San Vitaliano, Pomigliano e Acerra saldamente in testa alla classifica...

Bollettino dell’aria: San Vitaliano, Pomigliano e Acerra saldamente in testa alla classifica dei comuni più inquinati della Campania

2918
0
CONDIVIDI
  1. In base all’ultimo dato rilasciato dall’Arpac il 3 dicembre, l’altro ieri, i comuni napoletani di San Vitaliano, Pomigliano e Acerra restano nell’ordine saldamente in testa alla triste classifica dell’inquinamento da polveri sottili. San Vitaliano, paese di appena 7mila abitanti, dove a luglio si è registrato lo spaventoso incendio del sito di stoccaggio della ecologia Bruscino, con 101 volte ha sfondato quota 100 nell’ambito del numero di giorni di sforamento dei livelli tollerabili di polveri dall’inizio dell’anno. Segue Pomigliano con 85 sforamenti, nonostante qui il comune abbia preso da settembre il drastico provvedimento della circolazione a targhe alterne e nonostante il fatto che per ben 11 volte le centraline dell’Arpac non abbiano funzionato, a novembre ( ufficialmente per “motivi di aggiornamento tecnico del software”, stando alle dichiarazioni dei responsabili dell’agenzia ). E ancora, alla faccia delle targhe alterne e dei mancati rilevamenti, negli ultimi 15 giorni a Pomigliano si sono registrati ben 5 sforamenti. Intanto al terzo posto di questo brutto podio c’è Acerra, la città dell’inceneritore, con 54 sforamenti. Tutti comuni che risiedono praticamente nella stessa area, nella provincia a oriente di Napoli. Bisogna inoltre ricordare che l’Arpac non ha installato centraline nei comuni vicini, il che fa desumere soltanto un allarme aria in tutta la zona.