CONDIVIDI

Nel deposito di via Palma c’è l’unico impianto di tutta la provincia di Napoli. Tre i marchi, venduti esclusivamente nei ristoranti e nei locali, i cui nomi si ispirano alla tradizione partenopea

«Il Sud che cammina. Storie dal Mezzogiorno che inventa, investe, innova».
Ha cominciato nel 2009, spinto quasi esclusivamente dalla sua passione, ed oggi è ancora l’unico in tutta la provincia di Napoli. L’unico a possedere un impianto e un deposito fiscale, l’unico a produrre birra artigianale di qualità. In tutta la Campania i produttori di birra sono otto, ma a Napoli e provincia gli altri devono rivolgersi a lui e al suo impianto, peraltro da poco rimesso a lucido. Nello Marciano è il patron Maneba, birrificio che ha sede a Striano. Produce tre tipologie di birre, tutte ad alta fermentazione. Qual è la differenza tra la produzione artigianale di birre e quella industriale? La risposta è semplice: la qualità.

Le birre di Maneba non sono filtrate, né pastorizzate e non contengono conservanti. Vengono realizzate con l’aiuto di spezie come il coriandolo, il pepe bianco. Vengono usate scorze di arance dolci, bucce di limone. E nel piccolo stabilimento di via Palma (circa 150 metri quadrati) il profumo di lievito ti prende appena entri. Tre birre, dunque. Tre strizzatine d’occhio alla tradizione partenopea, a Napoli e alla napoletanità: si chiamano, infatti, “Vesuvia” (rossa doppio malto), l’Oro di Napoli (chiara), e “Clelia” (aromatizzata, ma stavolta il nome con Napoli non c’entra, è un omaggio che Nello ha fatto alla moglie). E non è finita qui: sta per arrivare “Masaniello”, una birra scura, e “Spaccanapoli”, già prodotta in anteprima per festeggiare i dieci anni di un locale di Milano.

“I miei clienti sono contenti di comprare una birra che, nei nomi, si richiama alla tradizione napoletana”, spiega Nello Marciano. E i clienti di Maneba non sono i supermercati. La birra artigianale di Striano si trova nei ristoranti, nei locali, nella gastronomia di qualità. Spiega ancora Marciano: “Con i ristoratori ho ormai un rapporto di fiducia: loro hanno capito che il mio prodotto è di un certo livello ed io cerco di andare incontro alle loro esigenze”.

Poi ci sono le fiere, le feste e le sagre, che Nello Marciano sfrutta per far conoscere il marchio Maneba e le tre birre prodotte: “Ne faccio tantissime, per fortuna dal 2009 ad oggi stiamo crescendo costantemente. È un dato che ci dà fiducia e ci induce ad andare avanti”.

LA RUBRICA