CONDIVIDI

Fiato sospeso per i lavoratori del Salumificio Spiezia: si aspettano risposte da alcuni investitori. Domani se ne parlerà in un incontro con l’azienda.

La riunione seguirà il consiglio comunale in cui, a partire dalle 12, si discuterà della vertenza che sta facendo preoccupare un territorio dove la fabbrica, nei suoi 110 anni di vita, ha dato lavoro. Nel corso dell’assemblea ci si confronterà sulle trattative che sono in corso per evitare la cessazione di un’attività che va avanti da oltre un secolo, dal 1907.

La storica azienda di San Vitaliano, impegnata nella produzione dell’intera gamma della salumeria italiana, rischia di chiudere. Per 90 dipendenti è molto forte il timore di perdere il posto di lavoro. Ma l’interesse manifestato da alcuni investitori lascia ancora accesa qualche speranza. “Non voglio dire di più per non rischiare di alzare un polverone”, dichiara Francesco Tullio, uno dei sindacalisti facenti parte del consiglio di fabbrica. In attesa di avere qualcosa di più concreto tra le mani, i rappresentanti dei lavoratori, dopo giorni di protesta, preferiscono quindi mantenere per ora una certa discrezione.