Torre Annunziata, ristorante chiuso per spaccio, arrestato il gestore. I figli: “Paghiamo noi le conseguenze”

0
859

Un noto ristorante di Torre Annunziata sarà chiuso per 60 giorni per spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi. 

Dopo un’indagine da parte dei Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, il Questore di Napoli Giuliani ha disposto la sospensione dell’attività per 60 giorni. Si tratta del ristorante L’incrocio, luogo da cui erano partite le indagini ad aprile, periodo in cui i militari avevano arrestato due persone all’interno del locale, uno dei quali in possesso di una pistola e varie cartucce e di quasi 7 kg di cocaina, ovvero il gestore del ristorante. Secondo i Carabinieri, l’uomo avrebbe utilizzato il ristorante come base dei suoi traffici illegali, motivo per cui è stata disposta la chiusura del ristorante in questione.

Con un post su Facebook, i figli dell’uomo, titolari del ristorante, hanno dichiarato di essere completamente estranei alla vicenda e di dover ora subire le conseguenze delle azioni malavitose del padre.