CONDIVIDI

Di seguito  un post  pubblicato dal segretario del Pd Peppe Auriemma sulla polemica del tesseramento”non garantito” a Somma Vesuviana e  in  gran parte della provincia di Napoli.

“SIAMO UN GRUPPO di persone animate da sentimenti democratici che, a seguito di numerosi e gravi eventi accaduti finora, ormai non si sente più rappresentato dal Pd napoletano commissariato, e dai quali prende le distanze.

DENUNCIAMO che nel PD di Somma Vesuviana c’è stato un tesseramento non garantito se non da un’esigua parte del partito, ovvero da due soli componenti su sette della commissione adesioni. Sono stati violati diritti e regole. Ed è questo solo l’atto finale di un processo violento con cui è avviata da tempo la destituzione del legittimo gruppo dirigente del PD locale.

PRENDIAMO LE DISTANZE da giochi di potere; da patti per esautorare la classe dirigente; e dal “commissario metropolitano amico” che più volte in questo processo illecito ha scelto di sfuggire alle sue responsabilità. Non prendiamo parte quindi a questo congresso fintamente democratico.

NOI VERI DEMOCRATICI DI SOMMA VESUVIANA, da anni impegnati con il partito (alcuni hanno contribuito alla sua nascita e crescita nel nostro territorio), abbiamo provato a rappresentare le donne e gli uomini che fanno parte della parte sana del territorio; abbiamo portato proposte e agito concretamente in un’area difficile della città metropolitana in cui non è stato sempre facile far vincere democrazia, etica e moralità.

LO SCOPO ultimo del nostro operato sarà sempre quello di garantire GIUSTIZIA E LEGALITA’ per il BENESSERE DEI CITTADINI, cambiando strada ogni volta vorranno farci piegare alle LOGICHE ILLECITE.

SOMMA VESUVIANA avrà da parte nostra sempre il meglio nel rispetto delle regole e del vivere civile”.

(fonte foto: rete internet)