CONDIVIDI
La targa realizzata per l'evento dai maestri artigiani della Porritiello Rame a cura di Antonio Mauri
La targa realizzata per l’evento dai maestri artigiani della Porritiello Rame

Il rettore padre Alessio Romano: «Maria si fa Arco di pace tra Dio e gli uomini su questa terra». Il sindaco Lello Abete: «Che la Vergine di Pompei ci aiuti ad abbattere i muri di incomprensione, maldicenza e ipocrisia che resistono nella nostra comunità». Il sindaco Ferdinando Uliano: «Progetti univoci sul fronte culturale, sociale, turistico». Alle 19, 15 i sindaci sigleranno il patto d’amicizia tra le due città. Invitati i sindaci della provincia di Napoli e il governatore Vincenzo De Luca.

Una pellegrina d’eccezione arriverà oggi al Santuario di Madonna dell’Arco: la Vergine del Rosario di Pompei. Un «arco» ideale tra le due città vesuviane, un evento che i due sindaci di Sant’Anastasia e Pompei celebreranno con un patto d’amicizia siglato ufficialmente. L’icona della Madonna arriverà alle 16, 30 alla parrocchia Santa Maria La Nova, in una Sant’Anastasia blindata alle auto e pronta ad accogliere un flusso turistico che si annuncia cospicuo. Sarà poi il rettore del Santuario di Madonna dell’Arco, padre Alessio Romano, a condurre la processione alla volta della casa per anziani di Madonna dell’Arco dove si terrà un momento di preghiera e sarà scoperta una targa celebrativa, prima dell’accoglienza in Santuario tra gli omaggi dei «battenti» con labari e stendardi, e una concelebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo di Pompei, Monsignore Tommaso Caputo.

Il sindaco di Pompei, Ferdinando Uliano
Il sindaco di Pompei, Ferdinando Uliano

Alle 19, 15 i due primi cittadini, Abete per Sant’Anastasia e Ferdinando Uliano per Pompei, sigleranno il «patto d’amicizia» tra le comunità nella sala capitolare del Santuario. «Un evento unico, un fatto straordinario – dice il sindaco Abete – un patto che non guarda solo al turismo ma alle concrete possibilità di cooperazione e sviluppo sociale e culturale. Il patto diverrà strumento concreto per implementare l’azione amministrativa e di buon governo dei nostri territori».

Il sindaco di Sant’Anastasia, Lello Abete

«Pompei e Sant’Anastasia amiche in nome della fede e della cultura – aggiunge il sindaco Ferdinando Uliano – i due santuari dedicati al culto della Vergine Maria, che ben pochi luoghi al mondo possono vantare, muovono ogni anno migliaia di pellegrini i quali contribuiscono a rafforzare l’amicizia e la pace nel mondo intero. Dobbiamo dialogare con voce univoca e con progettazione unica con le autorità e gli organismi nazionali e internazionali, in occasione di qualsiasi iniziativa non solo di promozione turistica, ma anche culturale e commerciale dei due territori che riguardi la conoscenza e la diffusione dei nostri tesori storici, religiosi ed artistici». La Vergine del Rosario resterà in città fino a domenica 3 luglio quando, alle 10 del mattino, ripartirà alla volta di Pompei dopo una funzione religiosa celebrata dal Vescovo di Nola, Monsignor Beniamino Depalma. Per l’evento, padre Alessio Romano ha voluto uno speciale annullo filatelico e diecimila cartoline dalla tiratura limitata realizzate su disegno di fra Michele Spinali, artista domenicano che ha ritratto la Madonna al centro tra i due Santuari, uno ai piedi del Monte Somma, l’altro alle falde del Vesuvio, accomunati dalla presenza domenicana, Ordine al quale spetta la propagazione del Rosario.

L'annullo filatelico del 29 giugno 2016
L’annullo filatelico del 29 giugno 2016

Nell’occasione saranno stampate anche 399 litografie e realizzate nove targhe in rame, esempio dell’artigianato anastasiano e prodotte dall’azienda Porritiello. Oggi Sant’Anastasia sarà completamente chiusa al traffico e, con l’ausilio della volontaria Augusta Zanzillo, la Croce Rossa Italiana ha realizzato la grafica della piantina da diffondere tra residenti e fedeli, individuando le aree di parcheggio e le uscite della Statale del Vesuvio 268. Per oggi, ma anche per domenica prossima, sarà in vigore una disciplina temporanea della circolazione stradale e il comandante della polizia locale, il maggiore Fabrizio Palladino, ha firmato un’ordinanza che modifica la circolazione dei veicoli in città. Pellegrini e fedeli troveranno aree di sosta in piazza del Lavoro, nell’area del Boschetto, in viale Europa, in via Marra e in via Romani. Dalle 15 di oggi, fino alla fine della processione, vigerà il divieto di transito per tutti i veicoli su via Roma, via d’Auria, corso Umberto I, via Somma nel tratto di strada compreso dall’incrocio con via Generale De Rosa a quello con via d’Auria, piazza Trivio, via Mario de Rosa, via Arco, via padre Raimondo Sorrentino.

Il rettore del Santuario di Madonna dell'Arco, padre Alessio Maria Romano
Il rettore del Santuario di Madonna dell’Arco, padre Alessio Maria Romano

Nelle aree di divieto di sosta indicate dall’ordinanza i trasgressori saranno sanzionati a norma del codice della strada e le auto rimosse con carro attrezzi. All’evento è stato invitato anche il governatore Vincenzo De Luca.

piantina parcheggi e uscite SS268
piantina parcheggi e uscite SS268