Sant’Anastasia, il primo eco compattatore. L’assessore Pavone: “Servizio efficiente e risparmio per i cittadini”

0
1086
L’assessore Pavone con il sindaco Esposito

Il primo eco compattatore del territorio è già pronto per l’installazione: entro fine aprile sarà ubicato nei pressi della biblioteca comunale di Madonna dell’Arco, dotando così i cittadini di un macchinario di ultima generazione in grado di ridurre il volume della plastica e dell’alluminio favorendone il riciclo. «Dovremo aspettare la seduta di consiglio comunale di aprile dove sarà approvato il regolamento per lo sconto Tari, dopodiché attiveremo il servizio – dice l’assessore all’Ambiente, Ciro Pavone – e i cittadini potranno conferirvi bottiglie e altri contenitori di plastica o lattine di alluminio, accumulando punti attraverso uno scontrino cartaceo o tramite l’app “ecofacility” in corso di attivazione. Un’applicazione per smartphone, pc e tablet che gli utenti potranno usare anche per avere delle informazioni o fare segnalazioni, è molto importante ed è la prima volta che si attiva un processo di questo tipo per consentire ai cittadini virtuosi di ottenere sconti sulla Tari ma, al contempo, è solo un tassello dei tanti che metteremo a posto nei prossimi anni con l’obiettivo di far pagare sempre meno soldi ai cittadini aumentando però l’efficienza del servizio di gestione dei rifiuti».

L’amministrazione comunale ha intanto partecipato al bando ministeriale per il finanziamento di altri due eco compattatori da installare in altre zone del territorio oltre che per la meccanizzazione della raccolta differenziata che prevede il potenziamento dell’isola ecologica e nuovi punti di conferimento tecnologici su tutto il territorio.

«Un altro servizio che consentirà il risparmio ai cittadini, nel rispetto delle regole e dell’ambiente – dice il sindaco Carmine Esposito – perché il vero problema non è la plastica, non sono i rifiuti in sé, bensì la mancanza di impianti e di organizzazione che finora c’è stata».