CONDIVIDI

Dodici persone fermate e sanzionate ai sensi dell’articolo 650 del codice penale per aver trasgredito alle regole: stare in casa, uscire soltanto per validi e comprovati motivi di lavoro o di necessità. Al momento, a Sant’Anastasia, ci sono 80 persone poste in quarantena obbligatoria.

 

La Polizia Locale, con la guida del comandante Pasquale Maione, sta controllando il territorio ma ci sono numerosi anastasiani ancora che non sembrano aver compreso il rischio al quale espongono sé stessi e gli altri andando in giro senza motivo. Qualche giorno fa uno dei multati si giustificò dicendo che doveva andare a lavare l’auto, ma anche oggi un’altra persona è stata fermata e sanzionata al lavaggio automatico mentre tirava a lucido la sua vettura.  Altri sono stati multati mentre erano intenti a fare jogging, un altro mentre circolava senza meta a bordo di un trattore e altri «geni» che si sono giustificati dicendo che non avevano mai sentito parlare di coronavirus, di autodichiarazioni o di ordinanze che limitino la normale vita quotidiana.