CONDIVIDI

Natale Hjort, il giovane americano che si trovava insieme all’amico  Elder Finnegan Lee, ha sempre negato di avere implicazioni con l’arma che ha ucciso il brigadiere Cerciello. Eppure, dalle ultimi indagini, su uno dei pannelli del controsoffitto della camera d’albergo in cui è stato ritrovato il coltello utilizzato da Elder, sono presenti proprio le impronte palmari e digitali di Natale Hjort. Non sono invece state trovate impronte di Elder. Un elemento che va di sicuro ad aggravare la posizione di Natale Hjort, in vista dell’udienza del Riesame in programma per lunedì prossimo.