CONDIVIDI

Saranno individuati tra le associazioni e gli ordini professionali attivi sul territorio i rappresentanti che andranno a comporre la Commissione alle Pari Opportunità, per la composizione della quale il comune di Nola ha promosso un bando.

È ancora deficitario con la questione quote rosa, con 2 donne su 7 componenti in giunta. Tuttavia il comune di Nola sembra voler rinnovare l’impegno politico verso le tematiche di genere e lo fa in questi giorni lanciando un bando per la definizione di una propria commissione pari opportunità.

Pubblicato lo scorso 8 marzo in albo pretorio, il bando ha la durata di 30 giorni ed è rivolto esclusivamente a rappresentanti di associazioni, gruppi e ordini professionali operanti nel campo del sociale e della cultura, oltre che ad istituzioni scolastiche. Queste categorie, a condizione di essere munite di un proprio statuto e operare sul territorio comunale senza fine di lucro, potranno inviare fino a un massimo di tre candidature ciascuna.

Dieci saranno i componenti della commissione selezionati con il bando in questione, che verranno individuati dalla giunta comunale sulla base delle capacità, i titoli e le esperienze professionali dichiarate. In linea con il regolamento per le pari opportunità approvato in consiglio, due terzi del gruppo dovrà essere composto da rappresentanti di sesso femminile. Inoltre, a comporre la commissione, che avrà il compito di affiancare Carmela De Stefano, assessore con delega alle pari opportunità, saranno tutte le donne nominate in consiglio e in giunta comunale.