CONDIVIDI

È scoppiato alle 6 di questa mattina un rogo all’interno di un capannone pieno di rifiuti, di appartenenza della Lea. L’azienda era stata sequestrata pochi giorni fa dalla magistratura per violazioni ambientali, in quanto vi erano ammassate ingenti quantità di rifiuti non smaltite. Una grossa colonna di fumo si è innalzata su tutta la zona industriale, diffondendosi velocemente, insieme ad un odore acre, su gran parte del territorio casertano. Sul posto sono in azione quattro squadre dei Vigili del Fuoco di Caserta e due di Napoli che stanno cercando a fatica di domare le fiamme. Il sindaco di Marcianise, Antonello Velardi, in un post su Fb, scrive “Ci avviamo a vivere una giornata drammatica: il fumo rischia di avvolgere la città. È un grande disastro ambientale, più di quanto si possa immaginare. È una drammatica sconfitta per tutti quelli che cercano di difendere l’ambiente, non solo a Marcianise”.