CONDIVIDI

Poteva scapparci il morto, poteva trasformarsi in una tragedia il folle gesto di una donna che, esasperata dalla presenza di ingenti quantitativi di rifiuti sotto casa sua, ha improvvisamente deciso di accatastare gli scarti per farne un pericolosissimo falò. L’episodio si è consumato nel pomeriggio di oggi in via Pasquale Grazioso, rione Sant’Anna, uno dei rioni del centro storico, a pochi passi dal Duomo e dal Castello dei Conti. Sul posto è accorso l’ambientalista Alessandro Cannavacciuolo, che ha immediatamente chiamato i vigili del fuoco e polizia municipale, giunti in pochi minuti. L’incendio è stato quindi spento in breve tempo. Ma poteva davvero diventare ben più drammatico il bilancio di questo gesto di follia pura. A un certo punto le fiamme si sono levate alte in quello che è poco più che un vicolo lungo, ma pure sempre un vicolo. “I testimoni qui – racconta Cannavacciuolo – ci hanno detto che è stata un’abitante di uno dei palazzi, una donna, che ho anche ben individuato, ad appiccare l’incendio, intanto la polizia municipale e la polizia di Stato stanno svolgendo le indagini conseguenti”. In via Grazioso ci sono due bassi abbandonati stracolmi di rifiuti. “Se appiccano un incendio là dentro c’è il rischio che i palazzi cadano perchè sono vetusti”, l’allarme di Cannavacciuolo. Il Comune deve subito intervenire. La gente è esasperata.