Home Cronaca Allarme sicurezza a Brusciano: le iniziative del sindaco

Allarme sicurezza a Brusciano: le iniziative del sindaco

228
0
CONDIVIDI

In seguito alle nuove “stese” registrate a Brusciano, il sindaco Montanile annuncia iniziative per la sicurezza. 

Un tavolo provinciale dell’Ordine pubblico sull’emergenza criminalità a Brusciano da sollecitare questa mattina in Prefettura, , poi un convegno e una marcia contro l’illegalità. Sono queste le iniziative che il primo cittadino di Brusciano ha pensato di mettere in campo per far fronte all’emergenza criminale sul territorio. Tramite la sua pagina di Facebook, ieri, dopo la notizia di una presunta nuova “stesa” avvenuta in città, ha comunicato: “Domani mattina solleciterò in Prefettura la convocazione di un tavolo provinciale dell’Ordine pubblico sull’emergenza criminalità a Brusciano, mentre a livello locale invece saranno organizzati con il coinvolgimento delle forze dell’ordine, della chiesa, delle scuole e degli altri enti istituzionali ed autorità giudiziarie, un convegno ed una marcia contro il malaffare, le stese e le attività illecite che stanno danneggiando il nostro territorio e mettendo in pericolo la sicurezza e la salute dei nostri cittadini”.  Poi lancia un affondo: “Mentre altri scrivono post e non si preoccupano di dare esempi e di svolgere correttamente i propri ruoli istituzionali, in coerenza con quanto promesso, di assicurare in primis presenza sul territorio, sono stato dai carabinieri sia ieri che oggi, fino a pochi minuti fa, per sollecitare interventi e per concordare iniziative istituzionali, in sinergia con le Forze dell’Ordine che tanto stanno lavorando, che sin da domani mattina saranno organizzate”.  Montanile conclude invitando i cittadini a denunciare: “Di fronte agli spari e ad altre attività illecite chiamate immediatamente i Carabinieri e fornite ogni notizia utile per assicurare i colpevoli alla giustizia. Questa è la legalità che vogliamo non sbandierare, ma praticare, che include anche la totale presa di distanza da personaggi ambigui e dai dubbi stili di vita”.