CONDIVIDI

“Un anno di grande lavoro, con la soddisfazione di aver mantenuto gli impegni presi con l’organizzazione e con la cittadinanza, con la consapevolezza che ancora molto lavoro ci attende”. È con queste parole che Michele Caprio, responsabile della sede Acli di Cardito, ha commentato i risultati del primo anno di attività, nata proprio l’11 gennaio dello scorso anno.

Dopo i primi 12 mesi di lavoro, è il tempo di un primo bilancio, quantitativo e qualitativo. “I dati sono molto positivi”, afferma Caprio, che prosegue: “Dall’inaugurazione sino ad oggi abbiamo fatto tanto, con l’offerta dei servizi alla cittadinanza, quali: sociali, fiscali e previdenziali, ma soprattutto l’impegno in campo associativo, organizzando due grandi eventi: il primo a Roma e l’altro a Carpignano con la partecipazione di tanti associati, in rete anche con le altre associazioni territoriali. Per concludere abbiamo ospitato nella nostra sede Acli, la giornalista anticamorra, Marilena Natale, finita sotto scorta negli ultimi anni per aver scritto e denunciato il clan dei casalesi. Abbiamo avuto modo di confrontarci su: sociale, legalità e giustizia. La nostra azione per il futuro è di proseguire su questi valori, sapendo di avere alle spalle una grande organizzazione nazionale e la sede territoriale di Cardito, dunque, sarà sempre più un’antenna sociale, legale, strategica e fondamentale per il bene comune”.