CONDIVIDI

Occupato stamane l’ufficio della città delle fabbriche del sindacato guidato da Angeletti. Bruciate le bandiere di Forza Italia, il partito che ha sede proprio accanto alla Uil.

Stamattina alle undici i Cobas del Comitato di lotta cassintegrati e licenziati Fiat e i senza lavoro del Movimento dei Disoccupati Autorganizzati di Acerra sono stati protagonisti di un quadruplice evento a Pomigliano: l’occupazione della sede della Uil, il corteo e il picchetto sulla strada sottostante, la centralissima via Ercole Cantone, e l’incendio delle bandiere di Forza Italia, la cui sede si trova proprio accanto a quella della Uil.

Alla base delle rivendicazione dei manifestanti ci sono un piano per il lavoro che coinvolga la Fiat e le altre aziende nazionali e uno sforzo effettivo da parte della Regione, del Governo e di tutte le istituzioni locali finalizzato alla creazione di opportunità per tutti i disoccupati.