CONDIVIDI

Alcune squadre dell’Agenzia regionale per l’ambiente hanno effettuato un sondaggio in uno dei più giganteschi sversatoi illegali dell’hinteralnd.

Tra enormi coltivazioni di ortaggi e frutteti rigogliosi lo scavo dei tecnici dell’Arpac è stato effettuato in mattinata, sotto la stretta sorveglianza del Corpo Forestale dello Stato. La discarica abusiva in cui si sono consumati i controlli è quella di Calabricito, enorme spazio recintato dove non si sa bene cosa sia stato sepolto nel tempo. Si parla di rifiuti solidi urbani ma anche di rifiuti tossici. La discarica di Calabricito è gigantesca: ha un perimetro di tre chilometri. Le indagini dell’Agenzia regionale per l’ambiente puntano dunque sull’accertamento della verità.

Se ne saprà di più tra qualche giorno, all’esito delle analisi. L’obiettivo è di capire quanto sia contaminato il fertile terreno di Acerra e, più in generale, della Terra dei Fuochi, dove la Forestale sta controllando la campagna di indagini approfondite nei siti più sospetti della provincia, quelli rilevati attraverso le ricognizioni aeree. Come il terreno di Frassitelli, dove sono già stati effettuati alcuni campionamenti, la settimana scorsa.
(fonte foto: rete internet)