Home Generali Volla: nasce la rassegna”Incontri Culturali Vollesi”

Volla: nasce la rassegna”Incontri Culturali Vollesi”

222
0
CONDIVIDI

Venerdi 24 maggio dalle ore 18,00 presso il “Cosmopolitan long bar & Bistrot” in via R. Sanzio, 27, il primo incontro della nuova rassegna letteraria e artistica “Incontri Culturali Vollesi”

Il sapere, la cultura, sono quelle poche cose a questo mondo che in condivisione e in aggregazione anziché diminuire, aumentano, lievitano. La cultura, se condivisa non si limita a fermentare come una pagnotta di pane. Se ognuno di noi avesse una pagnotta di pane e la condividesse, avremmo sempre una pagnotta di pane a testa. Mentre se ognuno di noi condividesse una propria idea, una propria creazione, una propria conoscenza, aggiungerebbe
tanto altro al proprio a all’altrui sapere.

Nasce a Volla “Incontri culturali Vollesi”, una rassegna artistica e letteraria, un contenitore culturale incentrato sulla poesia e la narrativa e sulle altre espressioni dell’arte.
La rassegna è ideata e organizzata da Gennaro Iannuzzi, nato nel quartiere Arenella, Vollese di adozione, ex dipendente di poste Italiane, attualmente in pensione, appassionato di poesia e autore di numerosissimi versi che toccano scottanti temi sociali, temi di attualità e l’amore in tutte le sue forme.

“ … attraverso la Poesia è possibile condividere le proprie esperienze ponendo l’accento sulla gioia di esprimersi e dello stare insieme. La Poesia strumento per confrontarsi con gli altri socializzando il proprio pensiero … come possibile strumento di rinascita delle coscienze … come respiro, anima intelligenza … la forza nuda delle parole contro tutte le follie e le storture del mondo … La Poesia come forma più alta di resilienza di fronte all’
imbarbarimento generale …”

Il valore dell’aggregazione prende forma in questo progetto con la
collaborazione di Giuseppe Vetromile, di Egidio Perna, e di Giuseppe Gironda.

G. Vetromile è un appassionato poeta Anastasiano, autore di numerose raccolte di poesia e organizzatore del premio nazionale annuale della poesia “Città di sant’Anastasia”.

E. Perna è un medico chirurgo, originario di ponticelli, trapiantato a volla, noto sul territorio per le sue doti artistiche e creative che spaziano tra la pittura, la poesia e la scrittura.

G. Gironda è un calabrese di origine, residente a Volla, che, attraverso la scrittura, ripropone le tradizioni e i legami con la sua terra.

L’iniziativa gode della collaborazione Del “Circolo Letterario Anastasiano” di G. Vetromile e dell’associazione “Ci Diamo la mano”, neo presidente Lucia Esposito.
Inoltre beneficia del Patrocinio morale del comune di Volla.

Questo primo incontro inaugurerà un ciclo che, nelle intenzioni, avrà una cadenza continua.
L’incontro di Venerdì 24 maggio, vedrà gli autori presenti alla serata, previa prenotazione, leggere un breve componimento a tema libero.

Negli intervalli la serata verrà allietata dalla voce e dalle melodie classiche napoletane del maestro Salvatore Minopoli.
Inoltre interverranno per i saluti il sindaco di Volla Avv. P. Di Marzo e l’assessore alla cultura Avv. Filomena De lucia.

Come simbolo della rassegna è stata scelta una particolare opera d i E. Perna raffigurante una quercia, fatta con la sovrapposizione di materiale metallico.
Non a caso, quercia e forza vengono espresse in latino dalla stessa parola, “robur” che sta a significare sia la forza morale che quella fisica. Una quercia, un arbusto simbolo anche di longevità. Una quercia che affonda simbolicamente le sue radici su un territorio martoriato come Volla. Una quercia, una delle poche cose a cui nulla può fare ombra, emblematicamente accostata ad eventi culturali di cui il paese ha necessariamente bisogno.