SuperGreenPass pure al bancone, a Pomigliano è fuga dai bar: “Pochi clienti e controlli nulli”

0
1351

 

POMIGLIANO D’ARCO Pochi controlli a Pomigliano d’Arco, per il super green pass in vigore da oggi anche per consumare al banco nei bar e nelle strutture ricettive. Pochi i clienti, infatti, che oggi si sono recati nelle strutture dove vige l’obbligo del certificato verde rafforzato, molti disorientati per la normativa e altri perché non in possesso dello stesso.

“Mai vista così poca gente – spiega il barman di uno dei locali più frequentati di Pomigliano – di solito il lunedì mattina c’è folla. Invece oggi pochissimi i clienti che hanno chiesto di consumare seduti o anche al banco”. Molti gli esercenti che hanno, invece, preferito evitare di chiedere il green pass. “Già siamo alla fame – spiega la titolare di un bar – già erano pochi i clienti che si fermavano prima. Oggi a parte voi, sono entrate due persone. E dovrei mettermi a chiedere la certificazione? Chi ci assicura il piatto a tavola? Chi è al Governo sembra lontano anni luce dalla realtà. Forse perché loro quando si ammalano guariscono, molti nostri parenti sono al cimitero, invece”.

Facendo un giro per i locali, quasi nessuno ha chiesto l’esibizione del certificato verde, pur essendo consapevoli dell’obbligatorietà. Pochi al momento, anche i controlli da parte delle forze dell’ordine, mentre la polizia municipale da stamattina, sta effettuando controlli soprattutto nei pressi delle farmacie, prese letteralmente d’assalto dall’utenza.

“Molti sono in fila per il tampone e in pochi indossano la mascherina in maniera corretta – spiega una donna – io dovrei prendere i medicinali salvavita per mia madre. Mi chiedo perché questa baraonda senza fine. Non era il caso di prevedere i tamponi altrove?”.