Somma Vesuviana, i consiglieri di maggioranza: “Giunta tecnica, scelta di coraggio ma…”

0
1777

 

I consiglieri Lello D’Avino, Peppe Nocerino, Vincenzo Piscitelli, Annalisa Marigliano e Anita Di Palma si esprimono positivamente in merito alla scelta del sindaco Piccolo, ma avvisano: «Attenzione, va convocato un consiglio comunale ad hoc per informare i cittadini, esplicitare i punti programmatici sui quali intende concentrarsi e convincere anche l’opposizione». Un percorso obbligato che i consiglieri spiegano nella missiva che segue, fatta pervenire alla redazione del mediano.it

 

“Il sindaco non ha analizzato il documento politico né fatto riflessioni sul suo contenuto con tutti i firmatari, ha ritenuto opportuno condividere solo con alcuni consiglieri le sue decisioni facendo arrivare, con un’intervista rilasciata a ilmediano.it il ritiro delle preannunciate dimissioni che aveva, sempre con lo stesso mezzo, detto di essere sul punto di protocollare.

Dunque, se il Sindaco decreta, pur con la certificata volontà di continuare un percorso politico di 14 consiglieri, la fine della politica della sua amministrazione andando incontro ad un governo tecnico, non possiamo fare altro che riconoscergli un coraggio ed una determinazione che gli può fare solo onore. Riteniamo tuttavia, che pur rammaricati di non aver continuato ad agire in un percorso politico possibile e, ripetiamo, sottoscritto da 14 consiglieri, il governo tecnico abbia un obbligato percorso che tutti conoscono e che, speriamo, non dia al Sindaco una ulteriore occasione di ingiustificata ilarità nei nostri confronti sempre rispedita con i fatti al mittente.

Il percorso che valuta il Sindaco con giunta tecnica passa per la convocazione di un consiglio comunale convocato ad hoc per spiegare innanzitutto ai cittadini i motivi che non gli consentono di avere una agibilità politica nella sua amministrazione. Spiegare quali sono i punti programmatici sui quali intende concentrare gli ultimi due anni del suo mandato ed aprire oltre che convincere l’opposizione, la quale, se non c’è più colore politico, può rivolgersi a lui con interesse per la soluzione di problemi e priorità condivise.

Il governo tecnico proposto come soluzione nel documento ha comunque raggiunto l’obiettivo di non aver oggi un Sindaco dimissionario ed una Città con scelte (vedi migranti) strategiche da fare.

Buon lavoro Sindaco, scelta coraggiosa, non più riunioni di maggioranza ma apertura e confronto all’interno del consiglio comunale.”

Lello D’Avino

Peppe Nocerino

Annalisa Marigliano

Vincenzo Piscitelli

Anita Di Palma