Somma e Sant’Anastasia unite per l’ultimo saluto a Margherita Giordano

0
4235

Somma Vesuviana. questo pomeriggio nella Chiesa San Domenico si sono svolti i funerali di Margherita Giordano, la giovane trentaquattrenne, originaria di Somma, morta pochi giorni fa dopo essere stata travolta, mentre attraversava un incrocio in bicicletta, da un camion betoniera a Bolzano. Grande commozione e dolore per tutta la comunità cittadina.

La giovane si era traferita in Trentino-Alto Adige per lavorare come docente. Oggi la chiesa era gremita di persone, riunite intorno al feretro per dare un ultimo saluto a Margherita e per offrire vicinanza ai suoi familiari. Presente al rito funebre anche il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno.

A celebrare la messa Don Nicola De Sena, parroco della chiesa di San Domenico. Quest’ultimo ha sottolineato più volte, nel corso dell’omelia, quanto questa tragedia, la perdita di una donna così giovane abbia scosso l’intera comunità sommese. Dinanzi ad una vita spezzata così prematuramente da una morte violenta, l’essere umano si pone tante domande, si cerca un senso per ciò che è accaduto, per il dolore generato dalla morte. La risposta è da rintracciare nell’Amore di Dio, che non può essere distrutto e che vince anche sulla morte.

Questo Amore poi si declina nell’amore umano, nell’ amore di Margherita che continua ad essere presente nei cuori di tutti coloro che si sono recati oggi al funerale per dare conforto ai suoi cari. Il senso, come afferma Don Nicola, è da ricercare nella Fede, che deve accompagnare chi continua il proprio cammino terreno, seguendo l’esempio di Margherita, che ha vissuto un’esistenza dedita all’aiuto degli altri.