CONDIVIDI

Si riportano di seguito gli esiti dei principali controlli effettuati dai Carabinieri del NAS di Napoli, con l’appoggio dei rispettivi reparti del Comando Provinciale di Napoli:

Napoli, via Bernini: militari del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un ristorante/pizzeria, al cui termine della hanno proceduto al sequestro amministrativo di kg. 50 di alimenti (crocche’, arancini, e latticini) poiche’ privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne  la  rintracciabilita’  alimentare.  Inoltre nel  corso  dell’ispezione   sono  state   rilevate  alcune   non conformita’ che sono state sanzionate con una serie di prescrizioni.

Marano di Napoli, via Campana: presso un bar personale del NAS di Napoli al termine di una verifica igienico-sanitaria, ha proceduto al  sequestro preventivo di un’area esterna adiacente al bar (parte retrostante), estesa su una superficie di mq. 200 circa, delle relative attrezzature (tra cui un forno a legna e venti cisterne) e di materiale da imballaggio per la produzione di prodotti da forno e vino. Il tutto è risultato privo dei requisiti igienico sanitari previsti dalla normativa vigente, carenze tali da poter rappresentare un rischio di contaminazione per gli alimenti ivi prodotti e/o stoccati. Sequestrati anche 100 litri circa di vino, confezionato in bottiglie da 1 litro e in damigiane da 50 litri, e 5 chili circa di prodotti da forno e una   vasca   di   plastica   contenente  500 litri  circa   di   scarti   di   vino,  vasca risultata priva di autorizzazione/contratto/documentazione relativi allo smaltimento di scarti. Il   tutto è stato peraltro  rinvenuto   in   cattivo   stato   di   conservazione. In   particolare   all’interno   del   forno   a   legna installato nella citata area è stata riscontrata la presenza di residui di imballaggi, in parte riversati a terra insieme a molteplici cassette di legno vicine proprio al forno.

Lettere, via   S.  Nicola   del  Vaglio:  militari  del   NAS  di  Napoli   hanno  eseguito  un’ispezione igienico-sanitaria   presso   un   caseificio   all’esito   della   quale   hanno   proceduto   al   sequestro amministrativo di 30 chili circa di caciocavalli piccoli farciti con olive e peperoncino, caciotte farcite con   peperoncino   e   rucola,   in   quanto   non   e’   stata   esibita   alcuna   documentazione   idonea   a garantirne/attestarne la tracciabilita’/rintracciabilita’ alimentare.

Somma Vesuviana, via Mercato Vecchio: al termine di indagini conseguenti ad una pregressa verifica igienico sanitaria, effettuata a carico di un panificio, i militari del NAS di Napoli hanno segnalato alle competenti autorità i gestori dell’’attività dopo aver effettuato  il sequestro di 53 chili  circa di   prodotti   dolciari   e   da   forno,   posti   in   vendita   con   etichette   e/o   indicazioni modificate. Nella stessa operazione i NAS hanno disposto la chiusura amministrativa di un deposito per farine risultato privo di qualsivoglia titolo autorizzativo, nonche’ dei requisiti minimi igienico-sanitari e strutturali di cui alla normativa comunitaria vigente.

Palma Campania, via Vecchia Sarno: presso un panificio in via Vecchia Sarno personale dipendente, a conclusione di una verifica igienico-sanitaria, effettuata nell’ambito di servizi mirati al contrasto della panificazione abusiva, ha proceduto al sequestro amministrativo di 200 chili circa di pane e prodotti da forno in quanto risultati privi di indicazioni utili alla rintracciabilità.Nella stessa operazione i NAS hanno proceduto   a   impartire   prescrizioni   all’O.S.A.( operatore settore alimentare) al fine di eliminare le gravi carenze igienico/sanitarie/documentali riscontrate durante la verifica.

Marigliano, Corso   Umberto I: militari   del   NAS   di   Napoli   hanno   eseguito   un’ispezione igienico-sanitaria  in  un panificio.   Al termine dell’ispezione,  a causa di   gravi   carenze documentali, igienico / sanitarie e strutturali, è stata disposta la chiusura amministrativa di un locale di circa 40 metri quadrati adibito abusivamente a deposito alimentare. Durante l’ispezione sono state poi rilevate delle non conformita’ sanabili con “prescrizione”.

Afragola, via Verdi: presso la sede legale/operativa di un’impresa individuale che si occupa di sezionamento   di   carni,  militari   del   NAS   di   Napoli   hanno   sottoposto   a   sequestro   giudiziario attrezzature   varie e 1500 chili di trippa,   frattaglie   bovine   ed   interiora   di   bovini, trovate in pessimo stato di conservazione e invase da insetti alati. Una situazione causata dal fatto che le carni sono state lavorate, manipolate, stoccate e confezionate all’interno di locali che, seppur tecnicamente attrezzati, sono risultati privi di qualsivoglia titolo autorizzativo e in condizioni fatiscenti, vale a dire senza le minime condizioni igienico-sanitarie e strutturali previste dalle normative nazionali e comunitarie. I NAS hanno quindi disposto l’immediata chiusura amministrativa dell’intera attivita’ produttiva.

San   Vitaliano,  via  Nazionale   delle   Puglie: militari   del   NAS   di   Napoli   hanno   eseguito un’ispezione   igienico-sanitaria   in   un   panificio al termine della quale hanno   proceduto   al sequestro amministrativo di 80 chili di alimenti (crocche’, arancini, verdure pronte e fresche, primi pronti) poiche’ privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare.