fbpx
lunedì, Maggio 23, 2022

San Vitaliano. Obiettivo “ager nolanus”, il progetto di riqualificazione archeologica del territorio

Recupero e salvaguardia del patrimonio archeologico dell’agro-nolano: questa la proposta dei sette sindaci patrocinanti il progetto di costruzione del Parco Archeologico, esposto nel volume “Territorio e Archeologia”.

È stato presentato ieri a San Vitaliano, presso la Biblioteca comunale, il volume “Territorio e Archeologia”, raccolta degli atti di un convegno svoltosi nel 2012 che illustra le presenze archeologiche del territorio nolano ripercorrendo i recenti scavi effettuati in via Sentino a Faibano e in via Nuova del Bosco a Marigliano.
Il volume, curato dagli archeologi Giuseppe Vecchio e Nicola Castaldo, rappresenta il secondo contributo ad un progetto patrocinato dai sindaci di Marigliano, San Paolo Belsito, San Gennaro Vesuviano, Domicella, Nola, Palma Campania e San Vitaliano e volto a ricostruire i luoghi più significativi del patrimonio archeologico dell’agro-nolano.

Tra gli obiettivi del progetto, l’ambiziosa creazione di un Parco Archeologico finalizzato alla musealizzazione e alla fruizione degli scavi emersi: tra i più recenti, il fortunoso ritrovamento di una villa romana e di una necropoli, rinvenuti in via Sentino e via Nuova del Bosco, a Marigliano, durante i lavori per le opere di infrastrutturazione dell’area per gli insediamenti produttivi e adesso affidati alla Soprintendenza Archeologica.

“Questa sera aggiungiamo un’altra maglia alla nostra rete – dichiara il sindaco Antonio Falcone – Abbiamo messo insieme le energie che ci hanno portato in avanti per dare un volto nuovo a questo territorio. Noi dobbiamo combattere questo disastro antropologico che stiamo vivendo, quindi ben vengono queste ricerche e questi circuiti di scambio culturale”. Speciale menzione proprio all’archeologo Castaldo, che ha ricostruito i pezzi di un puzzle, ancora da completare, proprio a partire dalla scoperta della necropoli sannitica in area Pip.

Come chiarito nel volume, il Parco Archeologico potrebbe svilupparsi lungo un percorso di circa un chilometro, dall’attuale via Nuova del Bosco alla via Ponte delle Tavole, ai confini con il comune di San Vitaliano. Il Parco, così come ideato, collegherà inoltre le varie emergenze archeologiche di Nola- Polvica e sarà arricchito da musei e laboratori destinati allo studio e alla sperimentazione.
“ Io e il sindaco Falcone siamo sognatori ma sono stati pochi i sindaci disposti a seguirci”, dichiara il sindaco di Marigliano Antonio Sodano. “ Questo progetto è stato realizzato proprio per l’agro-nolano, a dimostrazione del fatto che amiamo non solo il nostro paese d’origine, ma l’intero territorio”.

Ultime notizie
Notizie correate