fbpx
lunedì, Maggio 23, 2022

Marigliano. Soppresso il servizio di autoambulanza pubblica

Il Sindaco di San Vitaliano esprime il suo dissenso per lo sperpero di denaro pubblico da parte dell’Asl, che ha stipulato una convenzione per un servizio privato gestito dalla società Misericordia.

È stato eliminato da più di un mese il servizio di autoambulanza pubblica a Marigliano, sostituito da un’ambulanza della società privata Misericordia di Acerra. I motivi sono da ricondurre a un guasto, verificatosi lo scorso Agosto, all’ambulanza che offriva il servizio nel comune di Pomigliano, ripristinato per l’appunto con il trasferimento, in territorio pomiglianese, delle ambulanze pubbliche di Marigliano, secondo quanto disposto dall’Asl.

Proprio in merito alla questione, il sindaco di San Vitaliano Antonio Falcone ha espresso il suo dissenso, denunciando soprattutto il dispendio di denaro pubblico e la mancanza di efficienza dell’azienda sanitaria locale. Il servizio privato, infatti, ha un costo pari a 700 euro giornalieri per un totale di venti mila euro mensili, mentre il personale dell’Asl Na3 sud della guardia medica mariglianese è stato trasferito a San Giuseppe Vesuviano.
“ Crediamo che i vertici dell’Asl deputati alla gestione – dichiara il sindaco Falcone – in un momento di grave crisi economica debbano prendere i dovuti provvedimenti per non sperperare il denaro pubblico avendo del resto personale e mezzi a disposizione non utilizzati appieno”.

La denuncia riguarda infatti la possibilità, da parte dell’Asl, di riparare i guasti delle ambulanze, considerati irrisori e riparabili in tempi brevi ( uno dei guasti riguarderebbe il malfunzionamento di una barella, a cui manca una ruota ) e di inviare nuovo personale alla struttura medica di Marigliano, anziché stipulare una convenzione che inciderà pesantemente sui risparmi dell’azienda sanitaria. Inoltre, l’ambulanza trasferita a Pomigliano era già stata precedentemente sostituita a un’altra guasta e ancora in attesa di riparazione. Tra gli obiettivi della convenzione, anche quello di sopperire alla mancanza di una autista: prima dell’attuazione del servizio privato, infatti, la struttura mariglianese operava con solo quattro unità e non cinque, come previsto dal regolamento.

“ Il nostro augurio – afferma il sindaco di San Vitaliano – è che le risorse di cui disponiamo siano utilizzate con criteri di sana gestione perché non siano offesi i cittadini onesti che, con dignità e sacrificio, stanno affrontando il difficile quotidiano della nostra storia con rinunce eroiche”.

Ultime notizie
Notizie correate