Marigliano. Puc: il Comune ricorre al Tar

0
177

Si apre il contenzioso con la Provincia per stabilire la validità dei dati comunali utilizzati per la redazione del piano urbanistico.

 Annunciato in pubblica assise l’avvio di un contenzioso con la Provincia in merito alla questione del piano urbanistico.

Il ricorso al tribunale amministrativo è stato infatti attuato dalla giunta comunale in seguito alla delibera del 21 Dicembre 2012 con la quale la Provincia si è espressa con parere negativo sull’adottato strumento urbanistico, che sembrerebbe non conforme alle linee guida dell’Ente e non coerente con le proposte di Piano territoriale di coordinamento provinciale. Ad essere contestato, in particolare, la fonte dei dati: il Piano risulta infatti redatto con i dati comunali, certificati dai responsabili dei settori, e non con quelli dell’Istat.

È proprio l’assessore all’urbanistica Sebastiano Molaro a spiegare le motivazioni che hanno spinto l’amministrazione ad attuare il ricorso. Pare infatti che i dati comunali trasmessi negli ultimi dieci anni all’istituto di statistica fossero errati, particolare attestato dagli stessi dipendenti dell’ente e che ha indotto l’assessore Molaro a servirsi dei dati certificati dai settori del comune di Marigliano. “Se avessi inviato i dati dell’Istat dell’ultimo decennio – dichiara – avrei martorizzato la città. Nel 2009, per richiesta di un consigliere comunale, vennero certificati dati comunali che venivano annualmente, dal 2001 al 2010, inviati all’Istat. Questi dati furono certificati da dirigenti interni e non da amministratori pro tempore e sono dati errati. Quelli inviati alla Provincia sono dati corretti”.

Il ricorso al Tar è dunque finalizzato al riconoscimento dei dati certificati dai responsabili dei settori di Marigliano. Particolarmente fiducioso il consigliere Pd Vincenzo Esposito: “ Auguro siano stati valutati gli effetti di questo percorso – dichiara – per evitare altri venti anni di confronto giudiziario e amministrativo con la Provincia. Evitiamo atti di forza e lavoriamo insieme per dotare la città di un valido strumento urbanistico”.