CONDIVIDI

L’opera, che sarà consegnata domani, giovedì 20 settembre, è stata realizzata da comune nell’abito del programma integrato Urbano “Più Europa città di Ercolano” con i Fondi POR FESR Campania 2007/2013.

Dopo 3 anni di lavori il Sindaco Dott. Vincenzo Strazzullo consegnerà alla cittadinanza il nuovo “Parco del Miglio d’Oro”, il taglio del nastro è previsto per giovedì 20 settembre alle ore 10.

L’opera, realizzata da comune nell’abito del programma integrato Urbano “Più Europa città di Ercolano” con i Fondi POR FESR Campania 2007/2013 rientra nel piano di riqualificazione Urban Herculaneu. Il parco è stato progettato sulla scorta della cartografia storica del Duca di Noja (XVIII sec.). La nascita del nuovo parco è funzionale al completamento del sistema di collegamento pedonale tra le Ville Vesuviane Campolieto (foto) e Ruggiero”. L’ampio polmone verde che accarezza Corso Resina, è stato arredato, inoltre, con alcuni elementi del Parco della Scienza con strutture in acciaio, anche colorate, che risultano curiose e affascinanti, caratteristiche ed uniche allo stesso tempo.

Al taglio del nastro, tra gli altri, sono stati anche invitati a partecipare l’onorevole Luisa Bossa, ex sindaco di Ercolano e l’assessore regionale, Marcello Taglialatela e Nino Daniele, sindaco uscente. A fare gli onori di casa poi ci saranno il primo cittadino, Vincenzo Strazzullo, gli assessori all’urbanistica Salvatore Solaro e al verde pubblico e, Gioacchino Acampora e, oltre agli altri esponenti della giunta e del consiglio comunale.“L’inaugurazione del nuovo parco un importante passo in avanti per la città, – ha spiegato il Primo Cittadino- il nascente giardino sorge nel cuore del “miglio d’oro”, emblema di eccellenza della città , dove storica e paesaggio e la presenza di splendide ville Vesuviane costruite a partire dal settecento rendono Ercolano fiore all’occhiello dell’intera regione.

Quest’opera oltre a rappresentare un tassello importante all’interno del sistema di collegamento pedonale tra le ville vesuviane, sulla scorta delle storiche cartografie del Duca di Noja, è uno snodo fondamentale del piano di riqualificazione urbana di cui è protagonista la città di Ercolano.”
(Fonte foto: Rete Internet)