Home Cronaca Vendita di Auchan Italia a Conad, fumata grigia dal MISE: le aziende...

Vendita di Auchan Italia a Conad, fumata grigia dal MISE: le aziende non chiariscono. Futuro incerto

17996
0
CONDIVIDI

E’ terminato da poco con una fumata grigia l’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico sul passaggio dei negozi Auchan Italia alla italiana Conad. Un incontro interlocutorio. A tratti criptico. La cooperativa bolognese ha dichiarato che dal 31 luglio acquisirà dalla multinazionale francese una serie di punti vendita. Ma non ha detto quali. Il silenzio delle aziende è stato imbarazzante e preoccupa non poco.  Inoltre sugli ammortizzatori sociali le imprese non hanno risposto, né Auchan né Conad. Intanto proprio su questo punto la situazione si presenta al momento  grave perché soprattutto gli  ipermercati del Sud hanno raschiato il fondo del barile degli ammortizzatori. Poi, il capitolo interlocutori: non si sa dal primo agosto quali saranno e per quali punti vendita. Secondo quanto riferito dai sindacati confederali i responsabili di Conad hanno bisogno di qualche giorno ancora per capire quali siti acquisire dal 31 luglio. Ma per quanto riguarda gli ipermercati ci sarà bisogno di mesi e mesi per decidere. Nel frattempo dunque continueranno a essere gestiti da Auchan. < Non conosciamo operatori Conad che abbiano il know how per gestire ipermercati di quelle dimensioni >, hanno dichiarato i dirigenti sindacali al termine dell’incontro. L’insieme delle conoscenze tecnico-industriali e commerciali riservate è un asset competitivo di straordinaria importanza per ogni impresa. E se Conad non lo possiede sul fronte della gestione dei grandi impianti allora è un problema grosso questo qui. Si parla nel frattempo del 2020 per una decisione sugli ipermercati, sono 54 in tutta Italia. In Campania sono quattro: Nola, Giugliano, Mugnano e Pompei. 700 addetti che non possono conoscere il loro futuro. A ogni modo dal 1 agosto le quote societarie di Auchan Italia passeranno a Conad. Per cui dal punto di vista finanziario gli stipendi ai lavoratori saranno totalmente a carico della cooperativa bolognese. Ciò varrà per tutti i punti vendita di Auchan Italia, anche per gli ipermercati.
Il quadro è dunque molto ingarbugliato e confusionario. Una matassa che si spera di sbrogliare in un prossimo incontro al Mise che dovrebbe tenersi entro la prima metà del prossimo mese di agosto.