Home Generali Somma Vesuviana, nell’auditorium delle Suore Trinitarie la presentazione del libro “Lirica greca...

Somma Vesuviana, nell’auditorium delle Suore Trinitarie la presentazione del libro “Lirica greca antica”

199
0
CONDIVIDI

 

Giovedì 1 marzo 2018 nell’auditorium delle Suore Trinitarie, in via San Giovanni de Matha, alle ore 17:30 Salvatore De Stefano farà, invitato dalla locale sezione F.I.D.A.P.A, un reading poetico dei suoi componimenti. Nell’ambito della perfomance la prof.ssa Silvia Svanera, docente di Lettere al Liceo Scientifico E. Torricelli di Somma Vesuviana, presenterà il libro Lirica greca antica tradotto in italiano da Salvatore De Stefano, pubblicata da Massa Editore. Salvatore De Stefano nasce a Somma Vesuviana nel 1943. Laureatosi in Lettere presso l’Università di Napoli, ha insegnato prima nella Scuola Media, poi all’Istituto Magistrale, infine al Liceo Scientifico. Militante politico, ha ricoperto la carica di vicesegretario e poi di segretario cittadino del PSI ed è stato consigliere comunale per alcune consiliature. Uscito dal PSI, ha partecipato alla formazione nel suo paese del nuovo soggetto politico PDS, DS, PD. Cultore di Letteratura classica e moderna, si interessa di Giottologia, di Filologia Romanza, di Dialettologia Napoletana. Oltre a sporadici articoli sulle materie dei suoi studi, ha pubblicato il saggio introduttivo alla raccolta di poesie Le Frondi Sparte di Giovannina Papa, e tre sue sillogi poetiche: Carminario Vesevino, Pecilodia Vesevina e Carminario Vespertino. Al principio nella Grecia antica, per lirica si intendeva la poesia la cui recitazione era accompagnata dal suono della lira o da strumenti a fiato, differenziandosi in questo dalla poesia recitativa. Ma già nella Grecia tardo – arcaica quella denominazione, in contraddizione con la sua etimologia, non implicava che la poesia fosse accompagnata dalla musica.  I testi nel libro antologizzati – riferisce il Prof. De Stefano – sono brani estratti da componimenti integrali, o, più spesso, frammenti di opere disintegrate ed in buona parte perdute, sono un campionario della poesia lirica prodotta da autori greci lungo un periodo cha va dal VII al I secolo a.C.