Home Territorio Somma Vesuviana, il Pi greco Day all’Istituto Montessori

Somma Vesuviana, il Pi greco Day all’Istituto Montessori

170
0
CONDIVIDI

Da molti studenti è temuta, altri invece mostrano una naturale predisposizione, ma tutti almeno una volta nella vita abbiamo pensato quanto fosse noiosa la matematica.

I brillanti e curiosi studenti dell’Istituto Montessori di Somma Vesuviana, guidati dalle proff.sse Marica Delli Bovi, Anna Melillo e Carmen Giugliano, hanno provato a raccontare in tono allegro e festoso di questa appassionante disciplina, regina di tutte le scienze e per farlo hanno scelto una data non casuale, proprio il 14 marzo (o 3.14 in base alla convenzione anglosassone), giorno del PI GRECO e della celebrazione del numero più importante della nostra esistenza quotidiana, della costante matematica più studiata e calcolata già dai babilonesi ed egizi fino ai giorni nostri. Lo studio del cerchio è solo la punta dell’iceberg, infatti i piccoli grandi matematici, riuniti nell’auditorium “Biagio Auricchio” hanno dimostrato quanto questo numero sia parte fondamentale della realtà quotidiana, dai ponti all’arcobaleno, dal forno a microonde fino alle lampade abbronzanti. Un vero e proprio numero magico  presente anche nella distanza tra l’alluce e l’ombelico!

Una giornata così inconsueta non poteva prevedere festeggiamenti altrettanto originali e curiosi, infatti gli studenti, esorcizzando ogni tipo di paura e pregiudizio nei confronti della materia, hanno manifestato tutto il loro entusiasmo recitando poesie, filastrocche, raccontando curiosità e simpatici aneddoti, cimentandosi in una bizzarra e “infinita” sfilata di numeri ma soprattutto si sono entusiasmati nello scoprire come una semplice successione numerica potesse essere presente non solo nei problemi di geometria svolti a scuola ma che fosse indispensabile anche e soprattutto per  architetti, ingegneri, astronomi, astrofici così come pasticcieri e musicisti.

“Tutti insieme -afferma il Dirigente Scolastico Prof. Dott. Alessandro Scognamiglio- dalla primaria alla scuola secondaria di secondo grado hanno celebrato, dunque, la gioia della conoscenza e della cultura, convincendoci che la matematica è una disciplina interessante, affascinante, creativa e appetibile come i dolci preparati per la festa”.

E a proposito di dolci, non potevano mancare le gustose e geometriche leccornie montessoriane, preparate ad hoc per l’occasione. Torte, rigorosamente tonde, dolcini, numeri e formule un mix perfetto che ha reso ancora più speciale e gustosa la festa che, per pura coincidenza ( o pura magia), coincide con l’anniversario della nascita di Einstein e della morte di Hawking. Una giornata all’insegna della scienza e della cultura, della condivisione e dell’allegria.