CONDIVIDI
L’avvocato Isidoro Spiezia, difensore del sindaco Lello Abete

Tutti e quattro gli indagati arrestati venerdì scorso – il sindaco Abete, il segretario Lombardi, il consigliere Iorio e l’imprenditore Montuori si sono dichiarati estranei ai fatti. E per il momento, come confermato dal suo legale, Lello Abete ha deciso di non rassegnare le dimissioni dalla carica. 

Nell’interrogatorio di garanzia iniziato questa mattina alle 11, 30, il segretario Egizio Lombardi si è avvalso della facoltà di non rispondere dinanzi al gip e ai pm. Il suo legale, l’avvocato Antonio De Simone, ha già presentato sabato scorso istanza al Tribunale del Riesame che deciderà se lasciare in piedi la misura cautelare di custodia in carcere.

L’avvocato Vincenzo Desiderio, difensore di Alessandro Montuori

Ha deciso invece di rispondere ai giudici l’imprenditore salernitano Alessandro Montuori, titolare dell’agenzia di selezioni e concorsi, difeso dall’avvocato Vincenzo Desiderio. E lo ha fatto dichiarandosi completamente estraneo ai fatti contestatigli, rispondendo alle contestazioni e sostenendo che nessuno poteva manomettere i risultati. E su Iorio ha ben specificato che preferiva starne molto lontano, dipingendolo come un millantatore.

Anche Pasquale Iorio, pur decidendo di avvalersi della facoltà di non rispondere, ha rilasciato comunque una dichiarazione dichiarandosi estraneo ai fatti. Lui sarà difeso d’ora in poi dall’avvocato Sabato Graziano (di Santa Maria Capua Vetere) mentre l’avvocato Isidoro Spiezia ha lasciato la sua difesa per quella del sindaco Abete che assisterà insieme a Giovanni Pansini. Il sindaco Lello Abete ha respinto ogni accusa sostenendo che di tutta questa brutta storia non c’è nulla che sia farina del suo sacco. Anche per lui sarà presentata istanza di riesame. Per capire se il tribunale della Libertà confermerà le misure cautelari ci vorranno circa dieci giorni, intanto tutti e quattro gli indagati restano nel carcere di Poggioreale. E alla guida del municipio, nel mentre, resta il vicesindaco Mariano Caserta.