CONDIVIDI

Condanne esemplari, oltre le richieste del pubblico ministero, per gli imputati del processo Concorsopoli

 

Dieci anni per l’ex sindaco Lello Abete, otto anni per l’ex segretario comunale Egizio Lombardi, otto anni per l’ex consigliere Pasquale Iorio, sei anni per l’imprenditore salernitano Alessandro Montuori, titolare dell’agenzia selezioni e concorsi. Queste le condanne comminate agli imputati, le motivazioni della sentenza saranno depositate entro novanta giorni.

Tutti gli imputati, accusati di aver truccato i concorsi pubblici al comune di Sant’Anastasia, incassando mazzette da concorrenti paganti destinati a vincere i suddetti concorsi, dovrebbero dunque tornare in carcere, stando alla sentenza di primo grado. Tutti loro avevano optato per il rito abbreviato, tutti loro tranne l’ex sindaco avevano ampiamente collaborato con la Procura corroborando i risultati delle indagini che il 6 dicembre 2019 portarono agli arresti eseguiti dalla guardia di finanza. L’ex primo cittadino di Sant’Anastasia aveva invece ammesso solo in una delle ultime udienze le sue responsabilità, sostenendo di aver incassato denaro in un unico caso.