Pomigliano, colpo alla movida: il sindaco chiude dieci locali. Tutta colpa delle bottiglie di vetro…

0
16004

La protesta dei commercianti: “Paghiamo colpe che non sono nostre”.   

 

Il problema si sta trascinando da tempo, riguarda l’inciviltà diffusa  rappresentata dalle centinaia di bottiglie di vetro lasciate dai ragazzi sulla strada, durante gli incontri serali davanti al pub, nella “movida” di Pomigliano. Bottiglie che si accumulano sui marciapiedi, dovunque, che si rompono. Intanto il sindaco di Pomigliano mostra di nuovo il pugno duro e emana l’ordinanza draconiana: sospese tutte le attività dei locali della movida, sono una decina, a piazza Mercato e dintorni e cioè a via Cavallotti, via Poerio, via Pisa, nel cuore del centro storico. Nell’ordinanza il sindaco di Forza Italia, Raffaele Russo, punta l’indice contro le bottiglie di vetro delle bevande analcoliche e non, lasciate per terra. “Si rompono e quindi costituiscono un pericolo per la sicurezza pubblica”, scrive Russo nel provvedimento. La sospensione riguarderà le giornate di oggi, domani e dopodomani. Intanto i commercianti dei pub disseminati in questa zona si ribellano: “Paghiamo fior di tasse: perché punirci in questo modo, perchè non controllare l’inciviltà degli altri preferendo scegliere la strada più facile e ingiusta?”.