CONDIVIDI

“Un grande successo, frutto sicuramente di impegno e sacrificio, ma soprattutto di una leadership che, nella condivisione di idee progettuali, ha convinto il pubblico che, per cinque sere, ci ha accolto con entusiasmo registrando ogni volta il tutto esaurito”: commenta così Antonio Esposito Pipariello la chiusura della rassegna “Teatro in mostra al museo” in scena nella chiesa di Santa Maria La Nova trasformata per tutto il periodo in un mini teatro all’aperto. Cinque le compagnie che si sono esibite, selezionate da un’apposita commissione coordinata dalla compagnia teatrale Pipariello che ha seguito anche la direzione artistica.

Una rassegna che ha messo ancora una volta in risalto il connubio teatro-arte con la partecipazione di gruppi che, oltre ad apprezzare la bellezza dei luoghi, ne ha anche valorizzato le eccellenze, a cominciare da quelle agro-alimentari con i piatti preparati dallo chef Giuseppe Fasulo della cooperativa agricola Eccellenze Nolane.

In mostra, accanto all’arte attorica di giovani attori talentuosi, anche maschere teatrali ed abiti di scena, oltre ad una sezione interamente dedicata alle varie edizioni dell’Annuario di Pipariello, lo storico documento incentrato sulla città di Nola nato da un’idea del compianto commediografo nolano Salvatore Esposito ed ora portato avanti dai figli Antonio e Mario.

“Siamo felici del risultato raggiunto ma soprattutto del grande affetto del pubblico – continua Antonio Esposito Pipariello – Non è stato semplice, anche in virtù del grande consenso dello scorso anno. Replicare il successo non è mai scontato e la grande partecipazione è la prova che la città vuole manifestazioni di questo tipo necessarie non solo per far conoscere compagnie teatrali ma anche per riqualificare un’area, quella antistante la chiesa di Santa Maria La Nova che, per bellezza e storicità, rappresenta uno dei siti più interessanti da riscoprire. Ora subito al lavoro per la III edizione. Grazie a tutti”.

Intanto venerdì 18 ottobre nel salone del museo storico archeologico si terrà la cerimonia di premiazione con la partecipazione dell’attore Corrado Taranto.

Un’edizione resa possibile grazie anche al contributo di enti privati, tra cui l’imprenditore nolano Francesco Napolitano che così commenta la kermesse:” Nola ha sete di cultura e di idee progettuali. La città vuole crescere e per farlo ha bisogno di iniziative interessanti che arrivino a tutti, che alimentano la passione per il bello e favoriscano l’integrazione e la socializzazione. Bene fa Antonio Esposito Pipariello a mettere in campo le giuste competenze con proposte valide che piacciono e convincono. Sempre al fianco di chi vuole lavorare per la città” conclude Francesco Napolitano.