CONDIVIDI

Ansia e panico sono due delle cose che più spaventano in assoluto. Sono tantissimi gli italiani che ne soffrono e che avvertono tutto questo come un vero e proprio problema che, in alcuni casi, potrebbe apparire insormontabile.

Del resto, è bene sottolinearlo: gli stati ansiosi e il panico possono diventare, alla lunga, anche invalidanti, sebbene siano ancora decisamente sottovalutati. Il perché è semplice. Chi soffre di ansia e ha attacchi di panico tende chiudersi in se stesso e, spesso, non cerca aiuto esterno. Si tratta di un errore che va evitato, perché questo disagio può essere affrontato soprattutto seguendo quelli che sono i consigli degli esperti.

Soprattutto nel periodo primaverile ed estivo, questi disagi sembrano aumentare. Ci si domanda spesso il perché dato che un numero sempre maggiore di persone prova questo tipo di malessere.

In questa stagione ci sono dei cambiamenti che, anche se spesso non ci si pensa, provocano qualcosa nel nostro organismo. Nello specifico, il cambio dell’ora e, soprattutto, il cambio del ciclo luce e buio possono destabilizzare. A questo, inoltre, si deve unire anche l’arrivo del caldo che va anche a debilitare il corpo quando troppo intenso. Un mix di tutti questi fattori diventa esplosivo per il nostro corpo e per il nostro equilibrio psico-fisico ed è per questo motivo che scattano ansia e panico.

Non basta: se si unisce anche il fatto che, molto spesso, il ciclo del sonno è disturbato da afa e caldo, il quadro è completo. La buona notizia, però, è che tutto questo si può cambiare e che ci sono diverse soluzioni da prendere in considerazione per stare meglio.

Curare ansia e panico in maniera naturale

Il primo e importante passo per stare bene è quello di individuare il problema. Riconoscere un attacco di panico è importante, così come lo è ancora sapere quando si parla di stato d’ansia. Se si avverte un senso di disagio, di malessere e se si avverte un aumento del battito cardiaco e della respirazione, allora è il caso di fare attenzione e di chiedere aiuto.

Sebbene l’ansia sia spesso legata a dei disagi della vita quotidiana, a delle preoccupazioni che si avvertono nella vita di tutti i giorni, si deve sottolineare che il tutto può esplodere quando meno ce lo si aspetta.

Cosa fare, quindi? Rivolgersi a un medico è il primo consiglio da seguire anche se, è bene sottolinearlo, affidarsi immediatamente a quelli che vengono definiti ansiolitici tradizionali può essere un errore. Si devono sempre prima analizzare le cause e i sintomi di ansia e panico, così da individuare immediatamente la strategia migliore.

Una ottima soluzione è quella di cercare delle soluzioni naturali al problema. Proprio per questo motivo, una guida sulla passiflora come quella ottimamente redatta dal portale NotizieBenessere può essere utile.

Forse non tutti sanno come la passiflora, anche nota come fiore della passione, è un elemento che ha delle eccezionali proprietà calmanti.

Proprio per questo motivo, da secoli, viene utilizzato per curare stati d’ansia e attacchi di panico in maniera del tutto naturale.

Non solo, la passiflora ha anche una funzione sedativa oltre che calmante e, quindi, riesce a riportare l’organismo ai suoi ritmi.

Per superare situazioni di questo tipo è anche importante l’aiuto esterno. Chi circonda persone che soffrono di ansia e panico dovrebbe sempre evitare di dire frasi scontate e che potrebbero dare fastidio. Infatti, frasi che vanno a minimizzare il problema o che spingono a reagire senza però dare degli utili consigli, sono decisamente da evitare. Si deve sempre cercare di aiutare chi ha questo tipo di problemi in maniera costruttiva, consigliando il da farsi e dando una mano a superare il momento.