Home Prima pagina Giugliano, esplode un serbatoio di gpl in una villetta: due feriti

Giugliano, esplode un serbatoio di gpl in una villetta: due feriti

77
0
CONDIVIDI

Due persone sono rimaste ferite, una in maniera grave, a causa dell’esplosione di un serbatoio di gpl avvenuto in una villetta che si trova in via Torre Magna (traversa di via Staffetta), in località Lago Patria di Giugliano in Campania . Secondo quanto rende noto il sindaco della città, Antonio Poziello, i feriti sono stati trasportati negli ospedali Cardarelli di Napoli e San Giuliano di Giugliano.
La causa dell’esplosione, secondo una prima ricostruzione, sarebbe da addebitare a una perdita che ha saturato di gas l’abitazione, mentre la deflagrazione sarebbe stata innescata da una sigaretta. La villetta, secondo le prime verifiche dei vigili del fuoco e dei tecnici comunali, sarebbe seriamente danneggiata. Il boato si è sentito da grande distanza.

Nella villetta dove è avvenuto lo scoppio erano presenti una donna e suo figlio, la prima non ha riportato lesioni mentre il secondo è ricoverato nel Centro Grandi Ustionati del Cardarelli di Napoli con gravi ustioni – fa sapere il Cardarelli – sull’80% del corpo. “Le condizioni del paziente, ricoverato presso il Centro Grandi Ustionati sono gravissime – viene sottolineato dalla direzione sanitaria – il giovane è comunque sveglio e cosciente ma presenta ustioni profonde (prevalentemente di terzo grado) estese al 70 per cento della superficie corporea. Al momento il paziente è sottoposto a trattamento con antidolorifici e supporto delle funzioni vitali”.

L’altro ferito, un vicino di casa dei due, è ricoverato nell’ospedale San Giuliano. É stato travolto dal crollo del muro che divideva le due abitazioni. La potente deflagrazione ha, infatti, seriamente danneggiato anche la sua abitazione.

Il Comune di Giugliano ha provveduto a collocare in albergo le due famiglie sfollate a causa dell’esplosione. Sul posto, a coordinare gli interventi di competenza comunale, ci sono l’assessore alla Fascia Costiera, Carla Rimoli e il consigliere Giuseppe Di Girolamo. “Stiamo cercando di ridurre al minimo i disagi per le due famiglie. Abbiamo avuto l’immediata collaborazione dell’albergo Orchidea, non distante dalle due abitazioni – fa sapere Rimoli – e ci stiamo tenendo costantemente in contatto con i medici per conoscere le condizioni di salute dei due feriti”. “Vicinanza” alle famiglie dei feriti è espressa anche dal sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, che ha seguito l’evolversi della situazione. “Ci auguriamo – commenta – che le condizioni dei due feriti, in particolare quelle di Guido, migliorino al più presto”.