Home Attualità Droga, arrestata a Pomigliano la “pasionaria” della protesta anti rifiuti

Droga, arrestata a Pomigliano la “pasionaria” della protesta anti rifiuti

3435
0
CONDIVIDI

Clamorosa scoperta dei carabinieri a casa di Assunta Girletti: più di un chilo di marijuana divisa in 150 dosi.   

Detenzione a fini di spaccio di stupefacenti. E’ l’accusa con cui l’altro ieri è finita nel carcere femminile di Pozzuoli Assunta Girletti, 50 anni, la “pasionaria” del rione della ricostruzione di Pomigliano, il cosiddetto Parco Partenope.

Era stata infatti Assunta a guidare nell’aprile del 2013, insieme ad altre donne del rione, la protesta popolare contro l’emergenza rifiuti scaturita da un lungo sciopero dei netturbini.

Netturbini che protestavano a causa di una serie di misure antisindacali prese dall’allora presidente dell’Enam, la società comunale di nettezza urbana, Nicola Di Raffaele. Ma la protesta delle donne del Parco Partenope non si fece attendere. In poco tempo furono piazzate barricate lungo le arterie che portano alla sede dell’Enam. A un certo punto alcune manifestanti penetrarono nel cortile della società per incendiarvi le buste dell’immondizia. Dei sacchetti furono anche lanciati sul balcone dell’ufficio di Di Raffaele. Da allora sono trascorsi poco più di due anni.

In casa di Assunta i carabinieri hanno trovato 1 chilo e 50 grammi di marijuana, divisa in 150 confezioni, 100 grammi di cocaina e vario materiale per il confezionamento dello stupefacente.
Assunta Girletti ora è in carcere.

(Fonte foto: rete internet)