Brusciano, operaio incensurato nascondeva 14 chili di cocaina in camera da letto

0
353

Brillante operazione della Compagnia di Casalnuovo della Guardia di Finanza, al comando del capitano Giuseppe Di Stasio. L’arrestato, 33 anni, è ora in carcere.

Nascondeva in un doppiofondo dell‘armadio della sua stanza da letto un ingente quantitativo di cocaina: 14 chili di purissima polvere bianca per un valore di mercato che supera i 3 milioni di euro. Un’enormità.

I finanzieri della Compagnia di Casalnuovo, al comando del capitano Giuseppe Di Stasio, l’altro ieri hanno arrestato un operaio incensurato di 33 anni. Il trafficante era stato fermato dalle Fiamme Gialle in una via del centro di Napoli. Era a bordo della sua vettura. Addosso gli sono stati trovati 65 grammi di coca avvolta in una busta di plastica. L‘indagine è poi proseguita con la perquisizione dell‘appartamento del trentatreenne, a Brusciano, pochi chilometri da Pomigliano. Qui i finanzieri hanno rinvenuto in una parte nascosta dell‘armadio, nella stanza da letto, un grosso quantitativo di droga, 14 chili di cocaina. L‘operaio è stato trasferito in carcere.

Da accertare la provenienza della polvere bianca. “Le rotte della coca, dalla Colombia, passano per le coste africane e quindi si dirigono verso la penisola”, spiega il capitano Di Stasio. Top secret intanto il nome dell’arrestato. La Guardia di Finanza sta indagando per risalire all’origine della cocaina scoperta a Brusciano.