Ucciso al luna park, in 300 a funerali per chiedere giustizia

0
968

TORRE DEL GRECO  – Sono oltre 300 i presenti nella Basilica di Santa Croce, a Torre del Greco , dove stanno per cominciare i funerali del 19 enne Giovanni Guarino. L’ arrivo della bara in chiesa è avvenuto in una atmosfera di forte commozione, salutato da un applauso. Una cinquantina di ragazzi del gruppo parrocchiale, che Giovanni frequentava e che indossano t-shirts con la sua foto, si sono stretti intorno al feretro . Una zia del giovane, Flora, sopraffatta dall’ emozione, è svenuta. Colta da malore una 15 enne, che è stata portata a braccia all’ esterno della Basilica.

L’omelia del vescovo. “Che questa morte non sia vana, che diventi uno spartiacque per il bene”. Così l’arcivescovo di Napoli Domenico Battaglia, ai funerali di Giovanni Guarino, 19enne ucciso lunedì scorso durante una lite in un luna park, celebrati nella Basilica di Santa Croce, a Torre del Greco. “Scegliete di stare dalla parte della vita sempre, difendetela”, ha aggiunto Battaglia, rivolgendosi ai tanti giovani, amici e conoscenti del 19 enne ucciso a coltellate durante una lite. Due minorenni, che si dicono innocenti, sono stati fermati per il delitto. Nella piazza all’ esterno della Basilica si sono raccolte circa 2 mila persone ad attendere la fine della cerimonia funebre. Palloncini ; colombe bianche liberate in volo e fumogeni azzurri hanno salutato l’ uscita della bara, mentre un folto gruppo dei presenti ha scandito “giustizia, giustizia”.